Ultimo aggiornamento alle 15:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il marchio del Pd sulle politiche giovanili

CATANZARO Le politiche per i giovani saranno al centro della due giorni organizzata dalla Regione Calabria per discutere di problematiche e proposte sul tema assieme ad associazioni e organizz…

Pubblicato il: 14/03/2016 – 17:12
Il marchio del Pd sulle politiche giovanili

CATANZARO Le politiche per i giovani saranno al centro della due giorni organizzata dalla Regione Calabria per discutere di problematiche e proposte sul tema assieme ad associazioni e organizzazioni giovanili. A presentare gli “Stati generali delle politiche giovanili”, che si terranno i prossimi 21 e 22 marzo presso un noto hotel alle porte di Lamezia Terme, è stata l’assessore regionale alle Politiche del Lavoro Federica Roccisano nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte anche Gianluca Callipo, sindaco di Pizzo e presidente dell’Anci Giovani, Giuseppe Pelle, portavoce del coordinamento delle associazioni giovanili della Locride e Mario Valente, fresco di riconferma alla segreteria regionale dei Giovani Democratici del Pd. 
«Volevamo costruire un ambito in cui i giovani avessero voce e organizzare gli Stati Generali significa dare spazio alle loro voci. Nella due giorni che abbiamo organizzato, quindi, non ci saranno solo gli interventi istituzionali, ma ci sarà il mondo della scuola e le associazioni giovanili per ascoltare dai diretti interessati proposte e richieste. Abbiamo bisogno, per realizzare le politiche giovanili più adatte alle esigenze, di ascoltarli», ha detto la Roccisano nel corso della conferenza stampa.
Ma tra le righe dell’organizzazione di un evento sicuramente utile per decidere come orientare le politiche giovanili in Calabria partendo proprio dalle esigenze dei giovani calabresi, non si può non notare come tanto alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, quanto nel manifesto ufficiale la presenza del Partito Democratico sia quantomeno massiccia.
A partire dal già citato Mario Valente, passando per gli interventi programmati di Sebi Romeo, capogruppo Pd in consiglio regionale, di Enza Bruno Bossio, deputata Pd, del presidente regionale delle consulte studentesche e componente dei Gd Giovanni Di Bartolo, di Giuseppe Aieta, consigliere regionale Pd e di Orlandino Greco, anch’egli di area dem e capogruppo in consiglio regionale di “Oliverio Presidente”.
In pratica, basterebbe un simbolo del Pd sopra il manifesto per renderla una manifestazione di partito e non istituzionale. Una situazione che non è passata inosservata e su cui la stessa Roccisano, interrogata sul perché della presenza di Valente alla conferenza stampa ha risposto: «Non è una scoperta che Mario sia il nostro segretario e che sia vicino a questa amministrazione». Poche parole con cui si dissipano tutti i dubbi sul fatto che la nomina ad assessore di Federica Roccisano abbia avuto ben poco a che fare con l’intenzione dichiarata da Oliverio di costruire una giunta tecnica.

Alessandro Tarantino
a.tarantino@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x