Ultimo aggiornamento alle 13:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Oliverio firma il decreto: istituita l’Aterp unica

LAMEZIA TERME L’accorpamento era stato disposto con una legge regionale datata 16 maggio 2013, mentre la data per la conclusione dell’iter era stata fissata – nel collegato alla finanziaria regiona…

Pubblicato il: 11/05/2016 – 11:01
Oliverio firma il decreto: istituita l’Aterp unica

LAMEZIA TERME L’accorpamento era stato disposto con una legge regionale datata 16 maggio 2013, mentre la data per la conclusione dell’iter era stata fissata – nel collegato alla finanziaria regionale dello scorso anno – al 31 luglio 2015. Ma meglio tardi che mai: il presidente della Regione ha firmato nei giorni scorsi il decreto con cui viene istituita l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica regionale mediante l’accorpamento delle Aterp provinciali che, di conseguenza, vengono dichiarate estinte.
Il passaggio del decreto di Oliverio, firmato lo scorso 9 maggio, non è affatto formale perché costituisce l’adempimento necessario per l’avvio operativo della nuova Aterp regionale, ente ausiliario della Regione Calabria a cui, adesso, sono conferiti tutti i beni (mobili, immobili e strumentali) con le relative risorse umane, finanziarie e patrimoniali delle cinque ex Aziende territoriali.
Può dirsi conclusa, dunque, la vita amministrativa delle Aterp provinciali: istituiti con la legge regionale 27 del 1996 che aveva disciplinato la trasformazione dei “vecchi” Istituti autonomi per le case popolari (Iacp), per effetto dell’accorpamento questi enti sono ora diventati distretti territoriali dell’Azienda regionale, guidati da un «referente» che però ha poteri limitati e dipende per ogni atto dal commissario regionale.
Quest’ultima carica, dopo essere stata appannaggio del dg dei Lavori pubblici Mimmo Pallaria, è stata affidata da Oliverio all’ex funzionario della Provincia di Cosenza Ambrogio Mascherpa, che continuerà a guidare l’Aterp regionale «fino alla nomina – stabilisce il nuovo decreto del governatore – del direttore generale e del collegio dei revisori dei conti» per come disposto dallo Statuto dell’Azienda unica approvato con delibera di giunta regionale lo scorso 2 marzo.
Ora, una volta definito l’iter di accorpamento, a Mascherpa spetta il compito – come stabilito dalla delibera di giunta regionale 154 dello scorso 29 aprile – di predisporre il bilancio di previsione 2016-2018 e di provvedere, entro la fine di giugno, alla ricognizione della situazione patrimoniale dell’ente e del personale delle cinque ex aziende.
Oltre all’aspetto puramente tecnico, però, l’accorpamento si porta dietro alcuni problemi sia di natura politica che di rispetto delle regole. Il più scottante di questi riguarda senza dubbio la gestione dei fondi ex Gescal, un patrimonio milionario alimentato dalle trattenute ai lavoratori dipendenti che doveva servire per costruire nuove case popolari o per adeguare quelle esistenti. In Calabria, invece, questi fondi sono stati spesso utilizzati per scopi ben diversi, compreso il reclutamento di personale attraverso le famigerate short list: uno strumento a cui le ex Aterp provinciali hanno fatto ricorso più volte e che, assieme ad altre questioni controverse come quella dell’acquisto della sede vibonese, è finito al centro di un’indagine della magistratura e della Guardia di finanza tuttora in corso.
Al netto di eventuali risvolti penali, però, ora alla Regione spetta il compito di valorizzare e rendere finalmente efficiente un settore che, pur potendo contare su risorse umane e finanziarie adeguate, è stato troppo spesso piegato ad interessi che nulla hanno a che vedere con la necessità di dare un tetto a chi non ce l’ha.

Sergio Pelaia
s.pelaia@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x