Ultimo aggiornamento alle 22:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Nove anni a Bruzzese e Lamanna per il delitto Bruni»

COSENZA «Condannare Franco Bruzzese e Daniele Lamanna a nove anni di carcere per l’omicidio di Luca Bruni». Lo ha chiesto, questa mattina alla Corte di Assise di Cosenza, il pm della Dda di Catanza…

Pubblicato il: 19/05/2016 – 9:52
«Nove anni a Bruzzese e Lamanna per il delitto Bruni»

COSENZA «Condannare Franco Bruzzese e Daniele Lamanna a nove anni di carcere per l’omicidio di Luca Bruni». Lo ha chiesto, questa mattina alla Corte di Assise di Cosenza, il pm della Dda di Catanzaro Pierpaolo Bruni nel corso del processo per la morte di Luca Bruni, scomparso il 3 gennaio 2012 e il cui cadavere è stato trovato nel dicembre del 2014 in una campagna di Castrolibero. Si tratta del procedimento con rito ordinario che vede sul banco degli imputati Franco Bruzzese, ritenuto il mandante dell’assassinio, e Daniele Lamanna, accusato di essere organizzatore ed esecutore dell’agguato al presunto reggente del clan “Bella bella”. Dopo un paio di udienze e ancora prima che il processo entrasse nel vivo, oggi il presidente della Corte, Giovanni Garofalo, ha chiuso il dibattimento con il consenso di tutte le parti perché nelle scorse settimane Lamanna e circa un mese prima Bruzzese hanno deciso di collaborare con la giustizia e si sono autoaccusati del delitto. Perciò, questa mattina il pm Bruni ha rinunciato a sentire i suoi testimoni e ha depositato alcune informative, redatte dai carabinieri, e un elenco con tutti i verbali dei pentiti: sia quelli recenti degli imputati Bruzzese e Lamanna, ma anche le dichiarazioni già rese da Adolfo ed Ernesto Foggetti, Mattia Pulicanò, Silvio Gioia ed Edyta Kopaczynska. Il pm ha chiesto 9 anni di carcere considerando le attenuanti generiche previste per i collaboratori di giustizia. Nella prossima udienza depositerà la sentenza che riguarda altri due imputati, accusati del delitto Bruni, ovvero Maurizio Rango e Adolfo Foggetti, già giudicati con rito abbreviato nei mesi scorsi. Il gup di Catanzaro ha condannato Rango all’ergastolo e Adolfo Foggetti a sei anni di carcere (pena che tiene conto delle attenuanti generiche perché collaboratore di giustizia). Questa mattina anche i difensori di Bruzzese (l’avvocato Manuela Capparelli) e di Lamanna (l’avvocato Caterina De Luca) hanno rinunciato a sentire i loro testimoni e hanno dato il consenso alla chiusura del dibattimento. L’avvocato De Luca ha però chiesto alla Corte che vengano sbloccati i colloqui tra Lamanna e sua moglie e suo figlio, richiesta sulla quale si è detto d’accordo il pm e sulla quale la Corte si è riservata di decidere. Anche gli avvocati di parte civile, Emilio Lirangi (per il Comune di Cosenza) e Carmelo Bozzo (per la Provincia di Cosenza) hanno depositato le loro discussioni chiedendo la condanna degli imputati. Il processo è stato aggiornato al prossimo 16 giugno per le arringhe delle difese e la sentenza.

Mirella Molinaro
m.molinaro@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x