Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Scontro Santelli-Oliverio sulla metro di Catanzaro

CATANZARO Il definanziamento, in un solo colpo, della metro Catanzaro-Germaneto e del progetto “Business Ideas”, che il Corriere della Calabria ha raccontato in un servizio pubblicato sabato, non è…

Pubblicato il: 25/06/2016 – 20:11
Scontro Santelli-Oliverio sulla metro di Catanzaro

CATANZARO Il definanziamento, in un solo colpo, della metro Catanzaro-Germaneto e del progetto “Business Ideas”, che il Corriere della Calabria ha raccontato in un servizio pubblicato sabato, non è passato inosservato. A intervenire sulla questione è Jole Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia che tratteggia i potenziali guai che potrebbero derivare dalle due righe con le quali la giunta regionale ha corretto il tiro su due progetti inclusi nella vecchia programmazione comunitaria. “Nemmeno Carlo Emilio Gadda – scrive Santelli – riuscirebbe a risolvere il pasticciaccio brutto di Germaneto, dove continuano ad accadere fatti sconcertanti. Abbiamo scoperto che la giunta regionale ha dapprima bloccato il progetto per la realizzazione della metrò di Catanzaro (salvo reinserirlo nell’ambito dei futuri Por) e ha poi unilateralmente annullato un contratto formativo nel quale si è dimostrata inadempiente”. Due eventi accomunati soltanto dall’iter burocratico. Per il primo, Santelli prefigura problemi di prospettiva: “Definanziare la metro significa riformulare le azioni nel nuovo Por con tutto il tempo che si perderà per ovvi motivi procedurali. Un fatto che dimostra come l’asset dei trasporti annunciato in campagna elettorale fosse una grande bufala”. Riguardo al progetto “Business Ideas” (quello per il quale sono andati in fumo sette milioni di euro del Por 2007-2013), i pericoli sono ancora più cogenti: “Disdire un contratto a seguito di una evidente inadempienza (la Regione non ha pagato l’anticipazione richiesta dall’azienda, salvo poi bloccare tutto perché non vi era alcuna spesa certificata, ndr) pone l’ente su un pericoloso binario di contenziosi legali e di danni erariali, con la beffa probabile di dover pagare penali senza alcuna ricaduta economica. Non abbiamo più parole per descrivere lo stato confusionale in cui versano i nostri amministratori regionali, incapaci di portare a termine con regolarità anche la più banale delle procedure”.

A BREVE IL CANTIERE DELLA METRO Mario Oliverio ha replicato così alle parole della vice coordinatrice di Forza Italia: “Consiglio all’onorevole Santelli, per evitare svarioni e conseguenti brutte figure, di assumere informazioni da fonti attendibili prima di lasciarsi andare a dichiarazioni assolutamente false. La Metro di Catanzaro non solo non è stata definanziata, ma a breve sarà aperto il cantiere. Grazie al lavoro di questi mesi infatti è stato sottoscritto il contratto con l’impresa appaltatrice dei lavori e sono state accelerate le procedure relative agli espropri e a tutto il resto, ed entro questa estate sarà aperto il cantiere”.
“Non so a chi giova – ha concluso il Presidente della Giunta regionale – il ripetuto ricorso a notizie prive di fondamento o a distorsioni della realtà con il solo scopo di fare opposizione al governo della Regione insediatosi un anno e mezzo fa. Certamente non giova alla Calabria, le cui condizioni e problemi non risolti, tra cui quelli richiamati dalla Santelli, sono anche il frutto del lascito disastroso della giunta regionale di centrodestra della quale la Santelli è stata una animata e convinta sostenitrice”.

LA DELIBERA INCRIMINATA In effetti, al di là delle parole del governatore e delle osservazioni sulle fonti, c’è un atto che parla chiaro. Si tratta di una delibera di giunta del dicembre 2015. Il documento dice che «è possibile definanziare l’azione “Grande progetto sistema di collegamento su ferro tra Catanzaro città e Germaneto” per l’importo di 145 milioni di euro e l’azione “Business Ideas” per l’importo di 7 milioni». Parole chiarissime, che non hanno vietato alla giunta regionale di rifinanziare il progetto della metro nel Por 2014-2020, come riportato dal Corriere della Calabria. Dell’altro progetto, però, quello nel settore della formazione, si sono perse le tracce. Così come i sette milioni che gli erano stati destinati. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x