Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Nessun ritardo sull'utilizzo dei fondi per le case popolari»

CATANZARO «Mancano i decreti di assegnazione annuale delle risorse da parte del ministero delle Infrastrutture ed i tempi di realizzazione su una delle due linee di intervento possono partire addir…

Pubblicato il: 28/08/2016 – 13:28
«Nessun ritardo sull'utilizzo dei fondi per le case popolari»

CATANZARO «Mancano i decreti di assegnazione annuale delle risorse da parte del ministero delle Infrastrutture ed i tempi di realizzazione su una delle due linee di intervento possono partire addirittura entro un anno dall’emissione del decreto di finanziamento». Così Sebi Romeo, capogruppo del Partito democratico replica alle accuse dell’omologo azzurro Alessandro Nicolò che aveva attaccato l’esecutivo Oliverio sull’operato della Regione in materia di edilizia residenziale pubblica. Nell’affondo Nicolò aveva segnalato il rischio di perdita di risorse sugli interventi previsti dal Decreto infrastrutture del 16 marzo 2015 che assegnano alla Calabria 11 milioni di euro per attività di riutilizzo del patrimonio edilizio, con interventi funzionali alla loro immediata fruibilità.
«Nessun euro è stato perduto – risponde Romeo – ed, anzi, l’azione puntuale e determinata della nuova struttura tecnica dell’Azienda unica regionale (Aterp Calabria) ha consentito, questo sì, di superare le criticità dovute ad una localizzazione approssimativa degli interventi sul territorio, precedente all’effettivo avvio del nuovo Ente regionale di edilizia residenziale pubblica che, come dovrebbe essere noto al collega Nicolò, sta muovendo positivamente i suoi primi passi, senza criticità alcuna e ne è stata testimonianza l’approvazione unanime, dopo l’eguale positivo passaggio nella Commissione consiliare competente, nell’ultima seduta del consiglio regionale, del primo bilancio di previsione dell’Aterp Calabria».
Per Romeo, questa sarebbe «la dimostrazione che vi è una chiara e nettissima inversione di rotta in un settore che è stato devastato da precedenti gestioni allegre, improvvisate che sono state dimenticate, anzi omesse, dal collega Nicolò, smemorato quanto Pinocchio, che dovrebbe, al contrario, informare la pubblica opinione su come sono stati prosciugati i fondi ex Gescal». Un aspetto quest’ultimo che, secondo il capogruppo democrat, avrebbe portato alla sottrazione di «ingenti risorse proprio a quelle azioni di manutenzione ordinaria e straordinaria e di recupero»
Il capogruppo dem rivendica inoltre l’azione dell’esecutivo Oliverio che «puntualmente, ed in presenza anche di azioni della magistratura ordinaria, ha immediatamente sospeso le attività autorizzate dalla precedente giunta regionale per evitare utilizzi ancora inappropriati di quelle risorse ed ha appena preso atto delle risultanze, a quanto è dato sapere, per nulla tranquillizzanti dell’esito di questa doverosa ricognizione».
«Quello che è certo, ed è bene dirlo ai calabresi – conclude Romeo – è che il presidente Oliverio, l’assessore Musmanno, la giunta regionale e la maggioranza che li sostiene lavoreranno non certo per favorire identificati interessi che si sono giovati di risorse che dovevano diversamente essere utilizzate ma per attivare un poderoso piano, con zero consumo di suolo e con interventi all’insegna della sostenibilità ambientale, di manutenzione ordinaria e straordinaria, di recupero, del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e sulla riqualificazione di queste aree spesso degradate e non inserite nel modo migliore nelle armature urbane per andare incontro solo e soltanto a quei cittadini/assegnatari che, da decenni, vivono in alloggi popolari obsoleti ed in aree urbane marginalizzate e nel degrado».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x