Ultimo aggiornamento alle 18:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Il governo valuta il lavoro di Oliverio e Falcomatà

REGGIO CALABRIA «È stato un confronto utile e operativo con il sindaco Falcomatà e il governatore Oliverio per fare il punto sui Patti, su cosa è in programma e cosa si è iniziato a fare. Obiettivo…

Pubblicato il: 12/01/2017 – 12:37
Il governo valuta il lavoro di Oliverio e Falcomatà

REGGIO CALABRIA «È stato un confronto utile e operativo con il sindaco Falcomatà e il governatore Oliverio per fare il punto sui Patti, su cosa è in programma e cosa si è iniziato a fare. Obiettivo: finalizzare queste risorse perché le strutture pensate per la regione e i cittadini possano realizzarsi nel più breve tempo possibile». Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale e Mezzogiorno Claudio De Vincenti che sta presiedendo, nel salone dei lampadari di palazzo San Giorgio, a Reggio Calabria, i lavori del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per Reggio Calabria e del Patto per la Calabria.
«Con il governatore – ha aggiunto De Vincenti – è emerso che sono state avviate procedure che impegnano per il 36 per cento delle risorse Por 2020. Gli interventi sono in materia di dissesto idrogeologico, credito di imposta e infrastrutture. Previsti inoltre interventi sulle reti idriche per Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria. È in corso poi la gara per il bacino di carenaggio di Gioia Tauro. Per quanto riguarda Reggio, invece, sono già in corso interventi sul lungo costa, abbiamo ragionato su interventi per il recupero dei beni confiscati e per la sicurezza, quindi di videosorveglianza. Questa è una giornata importante perché è una giornata di concretezza e in cui si è ragionato sulle cose da fare».

IL SINDACO: ORA IMPEGNI DI SPESA «Con i Patti abbiamo sperimentato un nuovo metodo, fatto di concretezza, di operatività; fatto della volontà di accelerare al massimo la trasformazione di quelle che sono le opere previste su carta in opere concretamente realizzate». Lo ha detto il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà, intervenendo in conferenza stampa al termine della riunione del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per Reggio Calabria e del Patto per la Calabria. «La notizia buona di questa giornata – ha aggiunto – è che si è entrati nello specifico dei singoli progetti e che da oggi concretamente si apre la fase due, perché da oggi noi abbiamo la possibilità di fare gli impegni di spesa per tutte quelle che sono le opere previste all’interno dei Patti per il Sud». Nel fare un elenco degli interventi già avviati e di quelli programmati nel territorio comunale, Falcomatà ha precisato che tutto sta avvenendo «in una cornice di legalità e trasparenza che non è demandata soltanto ai soggetti che in questo momento politicamente e istituzionalmente hanno la responsabilità di poterlo fare, ma con il protocollo Anac, con il controllo sociale che ognuno di noi, da singolo cittadino, deve fare su queste opere pubbliche, davvero avremo la possibilità di realizzare progetti di qualità, progetti fatti a regola d’arte, che possono completamente cambiare il volto della città».

IL GOVERNATORE: ENTRATI NELLA FASE OPERATIVA «Con i Patti siamo entrati nella fase operativa. Dal 30 di aprile, giorno di firma dei Patti, oggi possiamo affermare di aver messo in mobilità risorse consistenti». Lo ha detto Oliverio intervenendo alla conferenza stampa di Palazzo San Giorgio. «Abbiamo mobilitato 868 milioni di euro su circa 2 miliardi in questi primi mesi – ha detto – oltre il 36% delle risorse disponibili. Sono stati pubblicati o sono in via di pubblicazione numerosi bandi. Per quanto riguarda la parte che riguarda il Fondi di Sviluppo e coesione Fsc stiamo praticamente entrando in una fase cruciale».
Oliverio ha elencato alcuni interventi in itinere, come il completamento dell’invaso della diga sul Menta, «affinché quest’opera sia finalmente fruita dalla città metropolitana di Reggio Calabria», la ingegnerizzazione delle reti idriche della città di Catanzaro, Cosenza e Reggio, l’edilizia ospedaliera, con il completamento dell’Ospedale “Eugenio Morelli” di Reggio e lo studio di fattibilità per la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza.
«Siamo pronti – ha detto – per mandare a gare importanti progetti per la sistemazione idrogeologica. Interventi che rappresentano un capitolo importante del Patto. Anche qui stiamo accelerando e stiamo entrando nel vivo della utilizzazione di queste risorse, come per il settore rifiuti e per incentivare la raccolta differenziata». Sulle infrastrutture lineari, Oliverio ha citato l’investimento di 6 milioni di euro destinato alla realizzazione dell’alta velocità ferroviaria tra Salerno e Reggio Calabria e l’ammodernamento dei tratti della A2 sui quali bisogna ancora intervenire. Sul sistema aeroportuale il Governatore ha precisato che la Regione «non intende rinunciare a nessuno dei tre aeroporti».
Su Gioia Tauro, oltre al bacino di carenaggio, «la definizione della Zes, per la quale il governo attraverso l’allora sottosegretario De Vincenti, attuale ministro per il Mezzogiorno, ha assunto l’impegno di dare priorità alla Zes su Gioia Tauro in riferimento agli strumenti normativi previsti e la loro illustrazione alla Commissione europea».
«La riunione di oggi – ha concluso il governatore – afferma un nuovo metodo, un’attenzione concreta. Non si definiscono i programmi e si annunciano gli obiettivi. Si definiscono i programmi, si annunciano gli obiettivi, ma si assume un metodo che è quello del monitoraggio, del cambiamento delle procedure e del percorso. Una attenzione importante che non è secondaria, perché se guardiamo all’esperienza che abbiamo alle spalle, in cui il Mezzogiorno, in passato, è stato vittima di annunci a cui poi non sono seguiti i percorsi, appunto, in modo coerente e le procedure per la realizzazione degli obiettivi. La giornata odierna segna l’inaugurazione di un metodo che è quello della concretezza, del fare. È un approccio e una cultura nuova, la cultura della realizzazione degli obiettivi».

Alessia Candito
a.candito@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x