Ultimo aggiornamento alle 15:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SOLDI SPORCHI | Emesse 17 misure restrittive

PAOLA I giudici dei Tribunali di Paola e Palmi hanno emesso ieri 17 misure restrettive nei confronti di altrettanti soggetti fermati giovedì scorso dalle Dda di Reggio Calabria e Catanzaro nell’amb…

Pubblicato il: 23/01/2017 – 7:02
SOLDI SPORCHI | Emesse 17 misure restrittive

PAOLA I giudici dei Tribunali di Paola e Palmi hanno emesso ieri 17 misure restrettive nei confronti di altrettanti soggetti fermati giovedì scorso dalle Dda di Reggio Calabria e Catanzaro nell’ambito della maxi-operazione su ‘ndrangheta e lavori pubblici. I gip di Palmi Carlo Alberto Indellicati, Massimo Minniti e Paolo Ramondino hanno emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Luigi Bagalà, Giuseppe Bagalà, Francesco Bagalà (classe 1977), Francesco Bagalà (classe 1990), Pasquale Rocco Nicoletta, Angela Nicoletta, Giorgio Morabito; la misura cautelare degli arresti domiciliari è stata applicata, invece, a Domenico Coppola, Vito La Greco, Angelo Zurzolo, Rocco Leva, Gaspare Castiglione, Santo Fedele, Francesco Fedele e Bruno Polifroni. 
Sempre nella giornata di ieri il gip di Paola Maria Grazia Elia ha emesso misura di custodia cautelare in carcere per Angelina Corsanto (classe 1943, moglie del boss Francesco Muto) e per Davide Bencardino. La stessa gip non ha convalidato il fermo e ha rimesso in libertà altri due indagati: Maria Vittoria Plastina ed Emilio Cipolla.
L’inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza nelle sue varie articolazioni, con il coordinamento delle Dda di Reggio e Catanzaro, ha svelato l’esistenza di un cartello imprenditoriale-mafioso che allungava i suoi tentacoli sugli appalti pubblici, truccando le gare grazie a compiacenti connivenze, facendo ricorso a ribassi talmente risicati da far intravedere manipolazioni a tavolino. L’organizzazione si assicurava introiti milionari anche perché, secondo quanto emerso dalle indagini, utilizzava materiali scadenti, generando il rischio di crolli nelle opere realizzate. Le esperienze fatte, a tal proposito, nel recente passato sono una conferma. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x