Ultimo aggiornamento alle 8:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Donazione organi, dati in chiaroscuro

COSENZA Nei primi mesi del 2017 in Calabria si sono registrati quattro donatori di organi, mentre sei famiglie si sono, invece, opposte alla donazione. Nel 2016, invece, i donatori sono stati 21 e …

Pubblicato il: 22/04/2017 – 11:07
Donazione organi, dati in chiaroscuro

COSENZA Nei primi mesi del 2017 in Calabria si sono registrati quattro donatori di organi, mentre sei famiglie si sono, invece, opposte alla donazione. Nel 2016, invece, i donatori sono stati 21 e 23 le opposizioni. I dati sono stati forniti a Rende, in occasione della presentazione della campagna di sensibilizzazione alla donazione “Usa il cervello fallo col cuore” promossa dal Csv – Centro servizi per il volontariato della provincia di Cosenza e da altre 16 associazioni.
Rispetto al 2015 sono aumentate le donazioni di organi e dalle 17 dell’anno precedente siamo passati ai 21 casi del 2016. Sono, però, aumentate anche le opposizioni (da 13 nel 2015 sono salite a 23 nel 2016). Ad oggi, in Calabria, ci sono più di 130 pazienti in lista d’attesa per un trapianto. Per quanto riguarda le dichiarazioni di volontà (ossia la scelta di donare, in caso di morte, i propri organi): dal 2000 al 18 aprile 2017 hanno firmato 12.220 cittadini calabresi su 2 milioni. I trapianti di rene effettuati nel 2016 sono stati 27, sei quelli effettuati sino ad oggi (quattro da cadavere a Cosenza e due a Reggio Calabria di cui uno da vivente). Le cornee trapiantate al 31 marzo 2017 sono 20 e 32 gli innesti (12 cornee sono arrivate da fuori regione).
«Purtroppo – ha detto Pellegrino Mancini, coordinatore del Centro Trapianti della Calabria – le cose non vanno come dovrebbero andare. Ancora oggi la Calabria dipende dalle altre regioni, bisogna fare molto di piu’. L’obiettivo e’ promuovere la cultura della donazione di organi, sangue, latte materno tra i cittadini e favorire la circolazione di informazioni utili a superare le paure legate alla donazione».
«Per ciò che concerne la donazione del sangue, grazie alla sensibilizzazione portata avanti dal volontariato – ha detto il presidente del Csv Gianni Romeo – il Centro trasfusionale di Cosenza nel 2016 ha registrato un aumento di 1600 sacche di sangue in più rispetto al 2015. La situazione, però, si presenta critica nei mesi estivi a causa delle urgenze che si aggiungono all’ordinario fabbisogno di sangue e alla difficolta’ nel reperire donatori». Le associazioni saranno coinvolte nella partita di calcio di Lega Pro Cosenza-Akagras in programma domani, 23 aprile, allo stadio “San Vito-Marulla”. Oltre 700 tra volontari e donatori coloreranno la tribuna B e allestiranno diversi spazi promozionali, con gazebo e autoemoteche per incontrare i tifosi e sensibilizzarli alla donazione.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x