Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Russo a capo del porto di Gioia Tauro

ROMA Sono arrivati anche gli ultimi tre nomi che mancavano per completare il puzzle dei presidenti delle autorità di sistema portuali italiane nel dopo riforma. «I tre presidenti li ho nominati e p…

Pubblicato il: 26/05/2017 – 12:42
Russo a capo del porto di Gioia Tauro

ROMA Sono arrivati anche gli ultimi tre nomi che mancavano per completare il puzzle dei presidenti delle autorità di sistema portuali italiane nel dopo riforma. «I tre presidenti li ho nominati e proposti, quindi abbiamo completato il quadro» annuncia il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio a margine dell’assemblea nazionale di Federagenti, la federazione degli agenti marittimi italiani, a Ravenna. «Per Gioia Tauro l’assessore regionale Francesco Russo, professore dei Trasporti all’Università Mediterranea di Reggio Calabria, per Palermo l’ex presidente di Assoporti Pasqualino Monti e per la Sardegna l’assessore ai Trasporti Massimo Deiana: questi sono i nomi – elenca -. Abbiamo dovuto aspettare un po’ di più per consentire le verifiche con Anac sulle possibili incompatibilità degli assessori».

SODDISFATTO MAGORNO «L’Autorità portuale di Gioia Tauro potrà contare su una guida esperta e di grande professionalità come il professore Francesco Russo, da poco indicato dal Governo a presidente dell’ente pubblico che dovrà gestire beni e servizi in una delle realtà portuali più importanti del Mediterraneo». Ad affermarlo è il segretario regionale Pd, Ernesto Magorno. «Ringraziamo il governo e il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio – prosegue Magorno – che, dopo la riforma, ha inteso indicare l’attuale assessore regionale e professore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria per la presidenza dell’Autorità portuale. Un professionista calabrese potrà d’ora in avanti occuparsi di una delle infrastrutture strategiche per la Calabria e piattaforma logistica fondamentale nella rete portuale europea».
«L’ultimo Consiglio dei ministri – aggiunge il segretario dei democratici calabresi – ha anche deliberato ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza per alcuni territori calabresi in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici del passato inverno, mettendo a disposizione dei territori 22 milioni di euro. Si tratta di un’ordinanza importante, con una dotazione finanziaria importante e che dimostra la credibilità e l’affidabilità delle istituzioni calabresi,che hanno sollecitato sulla base di verifiche tecniche il riconoscimento della condizione di emergenza, e l’attenzione concreta del Governo nei confronti delle nostre comunità». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x