Ultimo aggiornamento alle 22:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Crotone, gli Sculco a caccia di un’intesa con una parte di Pd

CROTONE Enzo Sculco chiama e i consiglieri comunali del Partito democratico rispondono presente. Il gruppo consiliare del Pd al Comune di Crotone dovrebbe rappresentare lo zoccolo duro dell’opposiz…

Pubblicato il: 26/01/2018 – 13:32
Crotone, gli Sculco a caccia di un’intesa con una parte di Pd

CROTONE Enzo Sculco chiama e i consiglieri comunali del Partito democratico rispondono presente. Il gruppo consiliare del Pd al Comune di Crotone dovrebbe rappresentare lo zoccolo duro dell’opposizione, perché la “Prossima Crotone”, coalizione che ha eletto in sindaco Ugo Pugliese, ha vinto la competizione elettorale individuando nel partito di Matteo Renzi il nemico da battere. 
La “Prossima Crotone” ha vinto la competizione elettorale alimentando i sentimenti anti Pd, già diffusi tra gli elettori crotonesi. Il Pd non fa opposizione e succede, invece, che il gruppo consiliare soccorra la maggioranza nei momenti critici e si lasci convocare dal leader dei Demokratici, Enzo Sculco, per discutere del bilancio preventivo 2108 che, con molta probabilità, sarà posto all’ordine del giorno di una seduta del consiglio comunale da tenersi nella seconda decade del prossimo mese di febbraio. Il confronto non si è tenuto al Comune, ma nella sede del reuccio di via Firenze, Sculco. All’incontro, presieduto dall’ex consigliere regionale, erano presenti il sindaco Pugliese, il presidente del consiglio comunale, Serafino Mauro, l’assessore al Bilancio, Benedetto Proto, la consigliera regionale Flora Sculco e quasi l’intero gruppo del Pd: Mario Megna, Andrea Devona, Michele Ambrosio, Mario Galea e Saverio Flotta. L’unica assente è risultata Rosanna Barbieri, candidata a sindaco del Pd battuta da Pugliese. 
Si sa, la Barbieri non gode della simpatia di via Firenze. Non c’erano nemmeno Giuseppe Fiorino e Giovani Procopio, che ultimamente navigano in acque territoriali controllate da Liberi e Uguali. A riunione iniziata è arrivato anche Arturo Crugliano Pantisano, che non è consigliere comunale, ma ha partecipato all’incontro in qualità di delegato del segretario cittadino del Pd, Antonella Stefanizzi. C’era ufficialmente anche il Pd. Ci sono due ragioni legate a questo incontro: probabilmente Sculco e la maggioranza hanno bisogno dei consiglieri della minoranza per approvarsi il bilancio, considerato che nelle ultime sedute del Consiglio una parte dei consiglieri eletti nelle liste della “Prossima Crotone” non ha garantito il numero legale. La maggioranza ha perso tre consiglieri e altri rappresentanti del civico consesso si fanno venire i mal di pancia o trovano altre scuse per non votare i punti all’ordine del giorno; c’è la possibilità che Flora Sculco venga candidata nelle liste del Pd e c’è bisogno, quindi, di contare, all’interno di questo partito, su quali forze si potrà contare durante la campagna elettorale. Non si scopre l’acqua calda dicendo che c’è una fetta del Pd che non vuole la candidatura della Sculco ed è pronta al disimpegno o al voto di protesta dato a un altro partito, in caso di una sua candidatura. 

Gaetano Megna
redazione@corrierecal.it

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x