sabato, 06 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 12:33
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La Provincia di Catanzaro mette nel mirino l’inciviltà – VIDEO

CATANZARO Il contesto è quello che caratterizza buona parte della regione: territori segnati da uliveti, colline che degradano verso il mare, strade più o meno tortuose che raggiungono centri stori…

Pubblicato il: 27/01/2018 – 14:20
La Provincia di Catanzaro mette nel mirino l’inciviltà – VIDEO

CATANZARO Il contesto è quello che caratterizza buona parte della regione: territori segnati da uliveti, colline che degradano verso il mare, strade più o meno tortuose che raggiungono centri storici ricchi di straordinaria bellezze. Eppure, lungo le strade provinciali troppo spesso fanno capolino ammassi di rifiuti di ogni genere. Capita anche nel Catanzarese (su una rete viaria di circa 1.800 chilometri). E i comportamenti scorretti di troppi cittadini hanno convinto la Provincia ad assumere un’iniziativa che promette di cambiare le cose. Lo spiega il presidente dell’ente Enzo Bruno: «Ci siamo presi carico di una delle funzioni fondamentali che la legge Del Rio ci attribuisce. Anche se solo due sono di nostra stretta competenza, cioè scuole e strade. Trasporti e Ambiente ancora sono nella disponibilità totale della Regione Calabria ma nonostante questo non possiamo stare fermi davanti al depauperamento del territorio provinciale. Non può vincere la cultura dell’inciviltà di chi quotidianamente forma discariche senza nessuno scrupolo. Abbiamo una miriade di microdiscariche e delle discariche vere e proprie sui cigli delle strade provinciali causando un problema di immagine e soprattutto un problema igienico-sanitario». L’intervento è diventato un imperativo categorico. 
«Questi episodi – spiega Bruno – stanno ormai diventando una triste routine, nel senso che appena i Comuni avviano la raccolta differenziata, i cittadini non si danno da fare per rispettarne le prescrizioni: per tutta risposta prendono il sacchetto dell’immondizia e lo buttano dal finestrino dell’auto creando danni di immagine al nostro territorio e problemi ancora più gravi all’ambiente». 
Il compito di vigilare è improbo, visto le dimensioni della rete stradale. Eppure la Provincia ha definito una precisa strategia di interventi. 
«Per combattere questo fenomeno – continua il presidente – la provincia di Catanzaro si è data un programma e un calendario. Ci siamo dati dei tempi ed entro quest’anno interverremo sia con una campagna di promozione e di sensibilizzazione che con la rimozione di quelle discariche che determinano problemi igienico-sanitari. Abbiamo stanziato 100mila euro destinati alla rimozione delle discariche e a creare le condizioni affinché ci sia una educazione ambientale per evitare che certi comportamenti deturpino il paesaggio». Bruno ringrazia «i consiglieri provinciali, il settore ambiente, il settore viabilità perché ce la stanno mettendo tutta, in modo che nei prossimi mesi si possa vedere tangibilmente l’intervento e l’azione della nostra provincia sui territori interessati dal fenomeno». 
L’intervento, però, appare sino a oggi segnato dalla solitudine istituzionale. Manca infatti una piena e coordinata collaborazione interistituzionale. «Purtroppo – è la riflessione amara di Bruno – non c’è sinergia, c’è solo in questo momento un tentativo nostro per mettere intorno ad un tavolo e far discutere gli enti preposti. Comunque stiamo lavorando e speriamo di avere collaborazioni positive». 
Collaborazioni tra le quali Bruno non include, per il momento, le attività di repressione del fenomeno e la videosorveglianza a opera dei comuni. «Ci sono tentativi da parte di qualche sindaco per mettere su un sistema di videosorveglianza, ma sono cose ancora non organiche e non strutturate, col tempo arriveremo a monitorare oggetto di vandalismi di questo genere. Però il primo tentativo strutturale oggi è questo della provincia. E ci auguriamo che possa essere ben accolto e condiviso dai sindaci e dai cittadini. È un input che lanciamo anche alla Regione, che deve assumere come atto di grande responsabilità la tutela e la salvaguardia del nostro territorio». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb