Ultimo aggiornamento alle 23:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Unical la direttrice della biblioteca in "proroga" da cinque anni

La professoressa Carmela Reale guida la biblioteca dal 2010. Sono cambiate le facoltà ma il nuovo comitato scientifico non è stato nominato. «Ho comunicato una proroga, non ho ricevuto risposta e c…

Pubblicato il: 01/05/2018 – 19:59
Unical la direttrice della biblioteca in "proroga" da cinque anni

COSENZA Ogni carica, sia essa elettiva o non, ha il pregio di insignire chi la possiede per questo liberarsene costa fatica. Succede con la politica e non solo, un caso curioso è certamente quello della docente Carmela Reale che dal 2010 occupa il ruolo di presidente della biblioteca di area umanistica dell’Università della Calabria. Il comitato scientifico, organo deputato all’elezione del presidente la nominò quando rettore dell’UniCal era Giovanni Latorre e dal 22 ottobre continua nel suo ruolo, rivestito comunque a titolo gratuito. «Per quanto riguarda la mia nomina – spiega la docente- tutto si basa sulla fiducia che ci viene accordata dai docenti. Essere presidente di biblioteca significa mettersi a disposizione dei colleghi e fare un lavoro che garantisca un equilibrio». L’università dal 2010 al 2018 è cambiata e molto. Le facoltà sono state sostituite dai dipartimenti e di conseguenza anche i comitati tecnico scientifici che si occupano delle biblioteche hanno subito delle variazioni. Questo però non sarebbe avvenuto nella nuova Bau (Biblioteca di area umanistica ndr), infatti, il Cts (comitato tecnico scientifico ndr) rimane uguale a quello esistente negli anni delle facoltà non rinnovandosi secondo la nuova organizzazione dei dipartimenti.
SENZA RICEVUTA DI RITORNO La firma di Giovanni Latorre in calce al decreto rettorale 3024 conferisce a Carmela Reale l’incarico di presidente della biblioteca F. Fagiani. La nomina dura tre anni. Dal 2010 al 2013 tutto avviene senza intralcio. Finisce l’era Latorre e termina, per decorso naturale, anche quello che è l’incarico da direttore della professoressa Reale. Il nuovo rettore Crisci, insediatosi da qualche settimana, viene informato da una lettera. Dalla biblioteca di area umanistica arriva una richiesta di proroga del Cts in carica. È il 15 novembre del 2013. «Non ho ricevuto nessuna risposta a quella mia richiesta – aggiunge la professoressa Reale- quindi il Cts è andato avanti con la sua vecchia composizione e sono rimasta in carica con piena adesione di tutti i membri». Anche se, in base a quello che riferisce la direttrice, la possibilità di riorganizzarsi nel comitato non è argomento tabù. Resta comunque un “non-problema” quello che ci siano le stesse persone. «Lo stesso è successo con la Tarantelli – prosegue la Reale- che ha nominato il prof. Infante finché poi non è andato in pensione».
SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO Tra le maglie dei regolamenti e degli statuti la situazione generale delle biblioteche dell’Unical sembrerebbe bloccata. Le tre biblioteche cosi come il Comitato di coordinamento delle biblioteche avrebbero il compito di adottare un proprio regolamento di funzionamento. L’unica ad avere pienamente le carte in regola è la Biblioteca di area tecnico scientifica che ha nominato un Cts che tiene conto della rappresentanza dei nuovi dipartimenti, eletto un presidente e un responsabile amministrativo. Biblioteca umanistica così come la Tarantelli condividono i problemi relativi al Cts e al direttore.

Michele Presta

m.presta@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x