Ultimo aggiornamento alle 19:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Catanzaro, torna il consiglio comunale: occhio al “fuori sacco”…

Domani seduta dedicata ai debiti fuori bilancio: ordine del giorno di “routine” ma le frizioni politiche sono sempre dietro l’angolo

Pubblicato il: 27/05/2018 – 17:47
Catanzaro, torna il consiglio comunale: occhio al “fuori sacco”…

CATANZARO L’ordine del giorno non fa sobbalzare sulla sedia per l’interesse, per questo c’è molta attesa per il sempre possibile “fuori sacco”. Domani pomeriggio torna a riunirsi il consiglio comunale di Catanzaro, per una seduta che apparentemente dovrebbe essere di routine ma che può nascondere qualche insidia.

“ROUTINE” ALL’ORDINE DEL GIORNO – Alla vigilia della seduta – che si terrà ancora alla Provincia per la perdurante indisponibilità dell’aula rossa del Comune – le previsioni parlano di un Consiglio che potrebbe durare anche una manciata di minuti, viste le pratiche in discussione: dodici punti, undici dei quali relativi agli ormai immancabili debiti fuori bilancio derivanti da sentenze del tribunale o del giudice di pace, più una pratica piuttosto misteriosa, il cambio di destinazione d’uso di un terreno gravato da usi civici  da destinare alla ristrutturazione funzionale dell’impianto idrico “Campi Pozzi Alli” dell’acquedotto “Simeri Passante”. Come è evidente, non è un ordine  del giorno particolarmente impegnativo, anche se il tema dei debiti fuori bilancio – e soprattutto della sua quantità al Comune di Catanzaro, oggettivamente altissima, segno di una macchina amministrativa comunque zoppicante – meriterebbe un’approfondita riflessione, se è vero che a cadenza periodica bisogna dedicare un intero Consiglio comunale per liberarsene… Ma nei giorni scorsi materiale per una virata “politica” della seduta consiliare se ne è registrato tanto, soprattutto dentro la maggioranza.

LE TENSIONI “SOTTO TRACCIA” – Nel complesso, domani si torna in aula con un centrodestra nuovamente ricompattato,m anche grazie alla mediazione del sindaco Sergio Abramo, che ancora una volta ha dovuto fare da “cuscinetto” tra i due gruppi principali della coalizione che da mesi sono protagonisti di una “guerra” strisciante. Ormai quella del granitico “monocolore” di Forza Italia è una favola che non ha riscontro nella realtà, che puntualmente registra frizioni tra il gruppo azzurro e gli altri gruppi della maggioranza. Sia ben chiaro, nel centrodestra catanzarese non c’è alcuna crisi in atto, inoltre i numeri sono talmente schiaccianti da escludere colpi di scena, anche per l’involontario apporto di un’opposizione alla perenne ricerca di identità e di unità. Ma le polemiche – dall’ambiente (settore sempre incandescente) all’urbanistica per arrivare all’ultima, quella sull’evento ”Catanzaro Sport Village” e sulla gestione dei patrocini del Comune – non mancano mai e spesso hanno strascichi velenosi nelle sedute di Consiglio comunale. All’appuntamento di domani il centrodestra si presenta dando l’impressione di aver “sterilizzato” ogni rischio, ma non si sa mai: e attenti al “fuori sacco”.

cant. a.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x