Ultimo aggiornamento alle 8:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Museo Reggio, avviata la riconferma di Malacrino

Il ministero ha annunciato l’avvio della procedura per lasciare alla guida del MarRc l’attuale direttore. La soddisfazione di Irto, Falcomatà e Calabrò

Pubblicato il: 05/08/2019 – 19:29
Museo Reggio, avviata la riconferma di Malacrino

REGGIO CALABRIA È stata avviata la procedura per la riconferma di Carmelo Malacrino alla guida del Museo archeolofico nazionale di Reggio Calabria (MarRc). La decisione è stata adottata dal ministero per i Beni e le Attività culturali al termine della valutazione delle varie canditure. Una scelta che suona come una sorta di promozione sul campo del direttore del museo che ospita tra l’altro i Bronzi di Riace.
E il sostegno a Malacrino non è tardato ad arrivare dalle istituzioni calabresi. «L’avvio delle procedure per la conferma di Carmelo Malacrino – afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto – alla guida del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria è un’ottima notizia». «Sotto la guida del suo attuale direttore – aggiunge – il MArRC ha conosciuto una stagione di notevole crescita sia in termini quantitativi, in relazione all’incremento del numero dei visitatori, sia sotto il profilo della qualità dell’offerta. Oggi il museo non propone soltanto i tesori inestimabili, a cominciare dai Bronzi di Riace, delle esposizioni permanenti ma si distingue per la varietà delle mostre temporanee che catturano l’attenzione di tantissimi appassionati d’arte e archeologia. Larga parte del merito dello sviluppo di Palazzo Piacentini si deve proprio alla competenza di Malacrino, che ha saputo coniugare passione autentica per il suo lavoro e capacità manageriali che lo collocano tra i più apprezzati direttori in Italia». «Auspico – conclude Irto – che i prossimi quattro anni siano forieri di uno sviluppo altrettanto importante dell’attività del Museo Archeologico Nazionale di Reggio».
Una posizione condividasa dal sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà e l’assessore comunale alla Valorizzazione del patrimonio storico e culturale, Irene Calabrò. «Esprimiamo le più vive felicitazioni – sostengono – per la decisione del ministero per i Beni e le Attività Culturali di avviare la procedura per il rinnovo del direttore del Museo Archelogico Nazionale di Reggio Calabria Carmelo Malacrino».
«In questi anni – aggiungono Falcomatà e Calabrò – il direttore Malacrino ha saputo dimostrare tutto il suo valore, la sua competenza, la sua passione, le straordinarie capacità professionali, mettendole al servizio di una struttura come il Museo Archeologico di Reggio Calabria che dopo la ristrutturazione e la riapertura, con il tesoro dei Bronzi di Riace, ha fatto passi da gigante, registrando numeri da record nel panorama museale italiano e trainando anche il flusso dell’offerta turistica dell’intera Città Metropolitana».
«Al direttore Malacrino – concludono sindaco e assessore di Reggio – un grande in bocca al lupo ed auguri di buon lavoro per il prosieguo della sua attività alla guida del MarRc. Siamo certi che la sua riconferma sia il presupposto per una fase di ulteriore crescita per quella che è ormai a tutti gli effetti una delle più importanti strutture museali italiane».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x