Ultimo aggiornamento alle 9:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Gasparri insiste su Occhiuto (Mario): «Il centrodestra resterà unito»

Il senatore di Forza Italia a Cosenza incontra il primo cittadino e i vertici locali del partito. «Noi proponiamo un amministratore che ha cambiato una città». I problemi con la Lega? «Ci penserà B…

Pubblicato il: 09/11/2019 – 20:41
Gasparri insiste su Occhiuto (Mario): «Il centrodestra resterà unito»

COSENZA Chi tra Mario e Roberto Occhiuto potrebbe essere il prossimo candidato a governatore della Regione Calabria è ancora un tabù. Saranno le riunioni romane a sciogliere le riserve sul nome intorno al quale il centrodestra dovrà trovare la quadra. Il dato incontrovertibile per il momento è uno soltanto: «La spaccatura all’interno della coalizione di centrodestra è da escludere». A confermare la tenuta della saldatura tra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia è il senatore Maurizio Gasparri. «Con la Lega abbiamo vinto ovunque – spiega – e la nostra coalizione è un punto di riferimento anche in vista delle prossime elezioni politiche. Siamo stati insieme nella grande manifestazione a Piazza San Giovanni e così sarà alle elezioni». Ma in Calabria per accordare Lega e Forza Italia si dovrà superare il nome di Mario Occhiuto, e convincere il commissario Invernizzi e tutta la cordata leghista non sarà facile. «Berlusconi affronterà la questione una volta per tutte nei prossimi giorni. Sarà Forza Italia – aggiunge Gasparri – a decidere il candidato». Il senatore forzista è arrivato a Cosenza per partecipare ad un incontro sulla comunicazione 4.0 organizzato dai giovani di Forza Italia. Al palazzo della Provincia, Gasparri è arrivato accompagnato da Jole Santelli. Roberto Occhiuto ha fatto gli onori di casa, mentre il fratello Mario ha preferito non essere presente all’incontro. «Abbiamo parlato quasi due ore oggi in municipio – riferisce Gasparri –. Mario Occhiuto rimane la nostra proposta perché è un amministratore di valore. I risultati della sua amministrazione sono incontrovertibili: Cosenza era in fondo alle classifiche, adesso è ai vertici. Noi proponiamo un candidato che ha trasformato la città superando grandi momenti di difficoltà». Il veto leghista sull’accordo in nome del primo cittadino di Cosenza ha le sue basi nelle beghe giudiziarie di Occhiuto, non ultimo il rinvio a giudizio con l’accusa di bancarotta fraudolenta. «Ma un rinvio non è un giudizio», smorza i toni Gasparri. «Inutile girare intorno ai nomi, noi partiamo dalla nostra proposta, ma è logico che Forza Italia – conclude – ha diverse forze che possono impegnarsi e che sono dotate di competenza e personalità». (mi.pr)
https://www.youtube.com/watch?v=8LBKBnis7XE&feature=youtu.be

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x