Ultimo aggiornamento alle 15:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La lite sull'eredità "affidata" al clan Bellocco: donna arrestata a Mantova

Tremila euro agli uomini della ‘ndrangheta per intimidire un parente, picchiato a sangue a giugno. In manette mandante e aggressori

Pubblicato il: 29/11/2019 – 13:15
La lite sull'eredità "affidata" al clan Bellocco: donna arrestata a Mantova

MANTOVA Ha assoldato dei criminali legati alla ‘ndrangheta per intimidire il nipote e la cognata per risolvere una controversia economica legata ad una eredità. Il suo proposito però è stato scoperto dai carabinieri mentre indagavano sulla cosca ‘ndranghetista dei Bellocco di Rosarno (Reggio Calabria). Per questo è finita in carcere Marta Magri, mantovana 56enne, nell’operazione “Hope” che ha portato in carcere 9 persone tra Calabria, Veneto e Lombardia, e collegata all’operazione “Magma” che ha disarticolato il clan Bellocco in tutta Italia.
La Magri si era rivolta ad Antonio Loprete, 56 anni, organico alla cosca dei Bellocco, che a sua volta aveva affidato l’azione intimidatoria al nipote Francesco Corrao. Il 24 gennaio del 2018, però, quest’ultimo è finito in carcere per un’altra vicenda e così Loprete se n’è occupato in prima persona, andando con il figlio Antonio di 26 anni a Bagnolo San Vito (Mantova), senza però riuscire a portare a termine l’aggressione. A quel punto Loprete ha assegnato l’incarico a Alberto Campagnaro, 49 anni e a Alberto Reale, 42 anni, entrambi padovani, pagati dalla Magri con 3mila euro.
Il 19 giugno il nipote della Magri è stato picchiato a sangue mentre usciva da una tabaccheria di Governolo (Mantova) ed è stato costretto al ricovero in ospedale per le gravi ferite riportate, giudicate guaribili in 40 giorni. Gli autori materiali dell’aggressione sono stati un moldavo, Gheorghe Lozovan, 43 anni, e gli albanesi Eduard Keta, 35 anni e Kleant Curri, 25 anni, ingaggiati dai due padovani, che avevano coinvolto anche Roberto Bortolotto, 58 anni di Padova, tutti finiti oggi in manette.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x