Ultimo aggiornamento alle 20:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Crotone, è "guerra" interna al Movimento 5 Stelle

Lo scontro tra gli ex due consiglieri comunali, Andrea Correggia e Ilario Sorgiovanni, si combatte ormai all’arma bianca e senza esclusioni di colpi

Pubblicato il: 26/05/2020 – 13:58
Crotone, è "guerra" interna al Movimento 5 Stelle

di Gaetano Megna
CROTONE Non c’è più dialogo all’interno del Movimento 5 stelle di Crotone. Le frizioni si erano palesate da tempo oggi, però, la situazione è peggiorata. Lo scontro tra gli ex due consiglieri comunali, Andrea Correggia e Ilario Sorgiovanni, si combatte ormai all’arma bianca e senza esclusioni di colpi. Non c’era feeling tra i due consiglieri comunali di opposizione e la scusa per darsela di santa ragione è la scelta del candidato a sindaco di Crotone. Si potrebbe votare il 13 settembre prossimo. Correggia aveva presentato la propria candidatura a sindaco e la lista di appoggio già nel mese di gennaio scorso. I termini per la presentazione di altre liste erano stati fissati per lo scorso 30 marzo. Sorgiovanni racconta di avere già all’epoca chiesto a Correggia di fare un passo indietro e di lavorare insieme per la scelta di un candidato che potesse avere maggiori chance per essere eletto. Sempre secondo la narrativa di Sorgiovanni il no di Correggia è stato netto. Avrebbe anche rifiutato di valutare la possibilità di indire della consultazioni allargate. Sarebbe stato disponibile a fare le consultazioni, ma limitando il voto ai soli interni del Movimento «potendo contare sull’appoggio di alcuni suoi amici». Essendo l’unica proposta presentata prima della scadenza, il suo nominativo di candidato a sindaco è stato pubblicato sulla piattaforma Rousseau. «Questo non vuol dire – ha detto Sorgiovanni – che la candidatura diventava ufficiale». L’ufficialità deve essere sancita da una raccomandata del fondatore del movimento, Peppe Grillo. Ancora la raccomandata non l’ha ricevuto nessuno. Nel frattempo è arrivata la pandemia del Covid-19 e i termini per la presentazione delle candidature sono stati prorogati, prima al 30 aprile e poi al 30 giugno. In questo frangente Sorgiovanni ha lavorato per individuare una candidatura alternativa a quella di Correggia ed ha trovato la disponibilità di Rossella Parise, dirigente della polizia in quiescenza. Parise ha un curriculum importante, perché ha ricoperto incarichi di prestigio quali quello di dirigente della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, dirigente della Divisione anticrimine della Questura di Crotone e altro. Secondo Sorgiovanni con la candidatura di Parise “la partita per l’elezione a sindaco se la gioca anche il M5s, mentre con Correggia sarebbe stata una «campagna elettorale in salita». La scelta di questa candidatura, sempre secondo Sorgiovanni, «supera anche gli egoismi e i personalismi». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb