sabato, 06 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 0:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Cosenza, sit in davanti l'ospedale. «Bene Gino Strada ma va azzerato il debito»

I manifestanti: «Serve un piano di investimenti che riapra gli ospedali e ambulatori e non politici che hanno solo favorito le tasche dei padroni della sanità privata»

Pubblicato il: 11/11/2020 – 18:34
Cosenza, sit in davanti l'ospedale. «Bene Gino Strada ma va azzerato il debito»

COSENZA Nuova manifestazione a Cosenza. La terza da quando é stato istituita la zona rossa. I toni sono più mesti anche in considerazione del luogo scelto: l’ingresso dell’Annunziata. Solidarietà ai medici ma anche ai pazienti vittime di «una politica incapace di programmare l’emergenza sanitaria». Oltre a questo, i manifestanti spiegano: «Non siamo qui per dire che il virus non esiste. Serve un piano di investimenti che riapra gli ospedali e ambulatori e non politici che hanno solo favorito le tasche dei padroni della sanità privata. Non é possibile che chi siede in consiglio regionale é allo stesso modo titolare delle cliniche private. Il governo deve darsi una mossa, il governo ci ha propinato Zuccatelli, non va bene. Non va trattata la Calabria come una situazione nazionale, aumentano le fila negli ospedali calabresi e il contagio tra i manifestanti. Chi deve assistere i nostri malato é senza dispositivo di sicurezza da una parte ci siamo noi poi c’è chi via ha condotto in questa situazione. Gino strada é una notizia importante per la Calabria ma non basta un buon commissario, si deve azzerare il debito della sanità calabrese. I commissari finché ci saranno i debito non potranno fare altro che tagli».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb