Ultimo aggiornamento alle 13:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Bosco acquistato con documenti contraffatti, due denunce nel Vibonese

Il titolare di un’impresa e il responsabile di cantiere avevano illecitamente sconfinato in un lotto boschivo a Brognaturo e sono ora accusati di truffa, furto, invasione di proprietà e danneggiamento

Pubblicato il: 01/02/2021 – 11:11
Bosco acquistato con documenti contraffatti, due denunce nel Vibonese

BROGNATURO I carabinieri forestali hanno denunciato a Brognaturo il titolare di un’impresa boschiva e il responsabile di cantiere con l’accusa di truffa, furto, invasione di proprietà e danneggiamento.
I due, secondo quanto accertato dai militari, a seguito dell’acquisto di un lotto boschivo di ceduo di castagno con presenza di piante di roverella e ciliegio selvatico, avrebbero sconfinato nelle particelle limitrofe, prive di autorizzazione al taglio e non ricomprese nel contratto di compravendita. Il documento, sarebbe risultato contraffatto perché riportante firme in calce falsificate e particelle non indicate nell’atto originale ad un prezzo di acquisto ribassato rispetto a quello realmente corrisposto con conseguente elusione fiscale sull’imposta di registro.
Il danno economico per i proprietari del bosco è stato quantificato, in circa 13 mila uro.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb