Ultimo aggiornamento alle 21:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la protesta

«Vaccini, l’odissea di chi ha la tessera sanitaria scaduta»

Migliaia di cittadini si trovano ogni giorno a combattere con la piattaforma di prenotazione dei vaccini anticovid e mentre i più fortunati riescono subito a prenotarsi, per tanti (troppi) si apre …

Pubblicato il: 11/05/2021 – 18:26
di Domenico Lo Duca
«Vaccini, l’odissea di chi ha la tessera sanitaria scaduta»

La campagna vaccinale prosegue verso l’obiettivo del milione di dosi giornaliere annunciato dal generale Figliuolo, commissario straordinario per la gestione del piano vaccinale, ma tanti sono gli utenti che quotidianamente non riescono ad effettuare la prenotazione. Primi fra tutti gli sfortunati la cui tessera sanitaria è scaduta in concomitanza della prenotazione. Per questi infatti, si apre un vero e proprio calvario fatto di segnalazioni su segnalazioni che spesso portano ad un nulla di fatto.
Ma quali sono i problemi riscontrati? In primis il mancato recapito della nuova tessera sanitaria, che pur essendo stata rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, che la emette in automatico alla scadenza, probabilmente si è persa nei depositi di Poste Italiane dove centinaia di migliaia di lettere giacciono in attesa di essere recapitate.
Un problema spesso sottovalutato se si considera che i ritardi nella consegna della posta sono all’ordine del giorno. Ma se si tratta di accedere ad un servizio essenziale, come la prenotazione di vaccini, allora forse bisognerebbe porre l’attenzione sul tema.
Ma non è finita qui. Anche qualora l’utente fosse in grado di ottenere un duplicato digitale della tessera, tramite la procedura accessibile dal sito Sistema Tessera Sanitaria tramite le credenziali Spid, non è detto che il problema sia risolto. Infatti, può capitare che debbano passare giorni prima che il nuovo numero di tessera sanitaria sia correttamente associato al codice fiscale, di conseguenza il ritardo si continua ad accumulare impedendo ai cittadini la fruizione del servizio.
L’inconveniente non è risolvibile nemmeno cercando la prenotazione tramite altri canali come medici di famiglia, asp, sms ecc.. Tutto inutile. Niente tessera sanitaria in corso di validità niente vaccino.
Vista la situazione ci si chiede: è mai possibile che nel 2021 semplici cavilli burocratici rappresentino dei valichi insormontabili che in confronto la scalata dell’Everest è una passeggiata di salute?
La burocrazia questa cara e vecchia amica che per lo Stato italiano rappresenta il vero nemico da battere. Per molti piccolezze, per tanti annosi cavilli che rendono complicata anche la più semplice delle operazioni come la prenotazione del vaccino.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x