Ultimo aggiornamento alle 22:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

la conferenza

Graziano e il futuro del Pd: «Ventura già al lavoro». E sul M5S: «Alla fine ci sarà un’intesa»

Il commissario: «I pacchetti di tessere con me non si fanno». Sui pentastellati: «Ho rispetto del travaglio interno degli altri partiti»

Pubblicato il: 29/06/2021 – 17:26
Graziano e il futuro del Pd: «Ventura già al lavoro». E sul M5S: «Alla fine ci sarà un’intesa»

CATANZARO «Non c’è nessuna discussione sulla Ventura, che sta lavorando alacremente per strutturare la sua proposta politica di visione della Calabria». Così il commissario del Pd calabrese, Stefano Graziano, in una conferenza stampa online per presentare il nuovo sito del partito regionale e la nuova modalità di tesseramento sul web. Graziano ha fatto anche il punto sulle prossime elezioni regionali, ribandendo che la candidatura di Maria Antonietta Ventura alla presidenza della Regione per il centrosinistra è pienamente in campo, e auspicando che «presto si possano costruire presto le condizioni di una tranquillità anche del M5S». Graziano ha infine confermato che la road map del Pd calabrese prevede lo svolgimento dei congressi provinciali e del congresso regionale dopo le elezioni regionali.

«Nuovo tesseramento per evitare i pacchetti di tessere»

Assistito dai dirigenti del Pd Barbara Panetta e Giovanni Di Bartolo, Graziano ha illustrato anzitutto il nuovo sito, www.pdcalabria.eu, già attivo. «È un dato molto importante, è il segno – ha sostenuto il commissario dem – che vogliamo dare al nuovo corso del Pd. Il nuovo sito è importante perché può diventare uno strumento fondamentale sul piano degli spunti per il programma e per l’organizzazione delle prossime elezioni regionali. Probabilmente stiamo ragionando insieme a Barbara Panetta e Giovanni Di Bartolo per avere contributi dal basso in una logica di partecipazione». Sul sito si possono trovare tutte le informazioni per il tesseramento online che – ha rilevato Graziano – «significa dare trasparenza e legalità, Attraverso questo modalità diciamo no ai pacchetti di tessere. Se dai territori verrà fatta una richiesta fisicamente verrà insediata una commissione che verificherà sul posto quello che serve per fare il tesseramento. Il tesseramento che verrà fatto nell’anno 2021 attraverso la modalità online servirà a fare i congressi provinciali e il congresso regionale, per ritornare, subito dopo le Regionali, a dare l’ordinaria amministrazione al partito regionale».

«Spesso qualcuno perde la memoria»

Sul punto Graziano ha inteso precisare – «perché vedo che spesso qualcuno perde la memoria» e che il «commissariamento è arrivato perché la Calabria è stata l’unica regione d’Italia che non è riuscita a fare il congresso regionale, per questo il partito nazionale ha dovuto commissario il Pd Calabria perché non si faceva un congresso da oltre 5 anni. Appena sono arrivato, ho trovato la situazione che ben potete immaginare, di parcellizzazione, di difficoltà sul piano politico e amministrativo. Successivamente poi c’è stato il congresso nazionale, poi abbiamo dovuto affrontare le elezioni europee, poi le Regionali 2020, poi il Covid e poi adesso dopo la morte della presidente Santelli la ripresa delle Regionali». «Questo – rimarca il commissario del Pd – è il quadro, ci tengo a chiarire questo perché vedo ancora delle polemiche. Ho sentito qualche polemica sul tesseramento online, capisco che volevano fare i pacchetti di tessere ma con me non si fanno, si farà invece un congresso molto trasparente e per questo ho nominato anche una commissione per il tesseramento che darà una mano a sovrintendere le operazioni, persone che sono garanzia di assoluta trasparenza e legalità. Per questo ho chiesto a Giovanni Puccio, Mommo De Maria, Italo Reale e a due giovani donne, contattate attraverso Teresa Esposito, Ivana Grisolia e Alessia Caruso, per fare questa commissione a cinque. Poi ho chiesto a Mario Paraboschi di coadiuvarmi, insieme a una commissione che formerò successivamente, per il congresso subito dopo le elezioni regionali. Nei prossimi giorni nominerò un ufficio politico, molto operativo, per dare una mano per liste e tutto quello che serve per le elezioni regionali».

«Ho chiesto a Cuda di congelare le dimissioni»

Graziano ha poi riferito di aver avuto questa mattina «una lunga telefonata» con il segretario provinciale del Pd di Catanzaro, Gianluca Cuda, che ha annunciato le sue dimissioni: «Ci vedremo nei prossimi giorni, tra venerdì o sabato per fare un punto, gli ho chiesto di congelare per il momento le dimissioni», ha aggiunto il commissario dem.

«Non c’è nessuna discussione sulla Ventura»

Inevitabile il passaggio sulle prossime Regionali e sulla candidata alla presidenza della regione per il centrosinistra Maria Antonietta Ventura. «La Ventura – ha proseguito Graziano – non è in discussione, la Ventura è il candidato del centrosinistra insieme al M5S. Immagino che stia lavorando come è stato nella call di alcuni giorni fa con il gruppo dirigente del Pd da cui è emerso che avrebbe lavorato nei prossimi giorni per incontrare tutti i componenti della coalizione, e avrebbe avviato nei prossimi giorni la campagna d’ascolto e succesisvamente ci sarà una presentazione e l’avvio della campagna elettorale della Ventura. Penso che siano questioni naturali legati anche a processi politici e organizzativi”.

«Auspico condizioni di tranquillità anche nel M5S»

Il tema del giorno è la situazione interna al Movimento 5 Stelle che secondo molti osservatori politici potrebbe riverberarsi anche sulle Regionali in Calabria, ma per il commissario del Pd calabrese non è così. «Io – ha spiegato Graziano – ho molto rispetto del travaglio interno degli altri partiti, in generale, quindi anche del M5S, io penso che alla fine ci sarà un’intesa, immagino, lo spero, e che si continui in quella direzione. Ma da quello che capisco, la Ventura sta lavorando alacremente per strutturare la sua proposta politica di visione della Calabria e sul piano organizzativo la piattaforma per le liste. Il lavoro continua nella speranza che presto si possano costruire presto le condizioni di una tranquillità anche del M5S che voglia andare nella direzione già espressa positivamente, che è quella di sostenere in modo anche più operativo la Ventura». Insomma, è l’interrogativo di fondo, il Pd non teme che le tensioni dei pentastellati possano danneggiare la tenuta della coalizione in Calabria? «Ovviamente – ha concluso Graziano – dipenderà molto da M5S, non da noi, noi siamo stati quelli che hanno dato un segnale positivo e realizzato le condizioni per indicare già una candidatura proprio per dare il segno di apertura alle condizioni sul piano nazionale». Alla conferenza stampa infine è intervenuto anche Andrea Palermo, uno dei progettista del nuovo sito del Pd calabrese. (a. c.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb