Ultimo aggiornamento alle 16:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le riprese

Altomonte, concluse le riprese del film di Luca Lucini

La troupe era stata accolta nel paese del Cosentino per girare la pellicola dal titolo provvisorio “Io e mio fratello”

Pubblicato il: 18/07/2021 – 21:02
Altomonte, concluse le riprese del film di Luca Lucini

ALTOMONTE Tutto è cominciato mesi fa, quando il neo consigliere comunale Giuseppe Capparelli sosteneva di essere stato contattato per avere la disponibilità di girare un film nel Comune di Altomonte. Nessuno ha preso la cosa sul serio. Ma appena si sono visti i primi tecnici effettuare vari sopralluoghi la cosa ha cominciato a prendere una forma. Per non perdere l’occasione ed evitare ripensamenti, il consigliere si è messo  a disposizione di tutto lo staff 24 ore su 24.

L’intera comunità altomontese è stata coinvolta (più di 400 comparse regolarmente pagate). Trovata la location base in un agriturismo, si è subito partiti a girare il film con il titolo provvisorio “Io e mio fratello”. Già a metà maggio sono iniziati i primi provini per trovare comparse e controfigure. Il tutto si è svolto nelle piazze comunali per interessare più persone possibili. Molti giovani sono stati assunti per tutto il periodo come collaboratori della troupe e l’organizzazione, sia per la logistica che per assistenza agli spostamenti degli attori (da albergo a luogo dove si svolge la scena o all’aeroporto).
Il borgo di Altomonte è stato invaso dagli artisti, dai tecnici, dalla troupe e da molti cittadini. Gli alberghi, i B&B e anche gli agriturismi sono al completo e anche alcune case private vengono messe a disposizione. Bar, ristoranti e pizzerie godono anche di questo momento che vive la comunità. Cominciano anche le amicizie fra cittadini, attori e troupe,con inviti personali anche nelle varie famiglie. Le persone approdate ad Altomonte, dal grande regista Luca Lucini, agli attori, dal calabrese Caccamo a Denise Tantucci a Greta Ferro a Ninni Bruschetta a Lunetta Savino a Teresa Mannino e non per ultimo a Nino Frassica e tanti altri ancora, sono rimaste stupite di questa gioviale accoglienza. Il tutto si svolge nella massima sicurezza con continui e ripetuti tamponi Covid a tutti. Ma due sono gli episodi che segnalano il cordiale clima, come testimoniato in occasione della finale degli Europei – che ha visto cittadini e attori tifare all’unisono – e del salvataggio (e successiva adozione) di una cagnolina abbandonata.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb