Ultimo aggiornamento alle 17:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

dal nazionale

Lamorgese: «Le manifestazioni contro il Green Pass non erano autorizzate»

Il ministro dell’Interno: «Non c’è alcuna dittatura sanitaria. Violate le norme per evitare gli assembramenti. Libertà non è andare in giro danneggiando gli altri»

Pubblicato il: 26/07/2021 – 18:04
Lamorgese: «Le manifestazioni contro il Green Pass non erano autorizzate»

ROMA «Le manifestazioni contro il green pass non erano autorizzate» e il ministero dell’interno terrà sotto osservazione l’evolversi della situazione. Lo ha detto la ministra dell’interno Luciana Lamorgese rispondendo alle domande dei giornalisti durante una visita a Caserta dove ha fatto tappa al campo E!State Liberi! di Sessa Aurunca, gestito dalla cooperativa sociale “Al di là dei sogni” su un bene confiscato alla Camorra.
La responsabile del Viminale ha anche sottolineato che in Italia «non c’è alcuna dittatura sanitaria» e ha stigmatizzato l’accostamento tra il pass vaccinale e la stella di David usata contro gli ebrei durante l’Olocausto.

LUCIANA LAMORGESE MINISTRO DELL’ INTERNO

«Guardiamo con attenzione alle manifestazioni dei no-vax, che ricordo non erano autorizzate, anche perché sono stati usati simboli ormai passati; penso alla stella di David». «Nessuna dittatura sanitaria – ha proseguito – vaccinarsi è fondamentale per superare questa pandemia: tutti i provvedimenti del Governo sono stati presi per tutelare la salute pubblica, e perché la vera libertà è poter andare dove si vuole senza danneggiare gli altri». Sabato migliaia di persone hanno manifestato in decine di piazze italiane contro l’introduzione del green pass come documento indispensabile per accedere in ristoranti e altri luoghi pubblici. Oltre a non essere state autorizzate queste iniziative si sono svolte in violazione delle norme anche in vigore contro gli assembramenti. Va detto che, mentre questi gruppi manifestavano il loro dissenso contro la misura adottata dal governo (e che scatterà il 6 agosto) un numero ben più alto di persone compiva un scelta di segno opposto: venerdì poco meno di 580mila persone si sono sottoposte al vaccino; Il generale Figliuolo aveva dichiarato che, l’indomani della conferenza stampa nella quale il premier Draghi aveva annunciato le novità sul green pass, c’era stata una corsa alle prenotazioni per immunizzarsi che in alcune regioni aveva segnato un balzo del 200%.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x