Ultimo aggiornamento alle 20:31
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il fatto

Incidente sulla strada statale 106 alle porte di Crotone, grave giovane medico del 118

Il professionista in moto si è scontrato con un’auto. A intervenire un’ambulanza della Croce Rossa: è Sos servizio di soccorso

Pubblicato il: 25/09/2021 – 21:08
di Gaetano Megna
Incidente sulla strada statale 106 alle porte di Crotone, grave giovane medico del 118

CROTONE Versa in grave condizioni il medico del 118 che questa mattina ha avuto un incidente stradale alle porte di Crotone. Il medico, 31 anni, era a bordo di una moto e si è scontrato con un’auto che, sulla 106, circolava in senso contrario. A soccorrerlo non sono stati, però, i suoi colleghi perché sul posto dell’incidente è intervenuta un’ambulanza della Croce Rossa di Crotone. Le ambulanze del 118 in forza all’ospedale “San Giovanni di Dio” sono due. In quel momento una era impegnata per soccorrere un paziente a Cutro e l’altra nel trasferimento di un paziente in un altro ospedale della Regione Calabria. I colleghi del 118 hanno le bocche cucite per non incorrere in un probabile intervento disciplinare. Non si può, infatti, dire male dei propri dirigenti perché si rischia il licenziamento. In altre realtà italiane è anche successo. Fuori dai microfoni, però, qualcuno rappresenta la situazione drammatica in cui versa il servizio del 118 di Crotone. nella città pitagorica ci sono due ambulanze e un’automedica che fa la spola quando c’è bisogno. La presenza del medico non è garantita su tutte le ambulanze e l’auto con il medico, intorno alle 13 di oggi, quando si è consumato il grave incidente, non era disponibile. Era impegnata in altre attività e l’ambulanza della Croce Rossa aveva solo un paramedico. Se fosse stata presenta in sede l’ambulanza del trasferimento, l’intervento sarebbe stato effettuato dai colleghi. Anche questo raccontano tra le lacrime alcuni dipendenti del 118 di Crotone. raccontano che probabilmente il trasferimento che impegnava l’altra ambulanza poteva non essere urgente. Dicono che vengono effettuati troppi trasferimenti e questo sta riducendo il ruolo del “San Giovanni di Dio”. Si piange anche perché il giovane medico che ha fatto centinaia di interventi ed ha salvato molte vite umane non ha avuto nemmeno la fortuna di essere soccorso da chi lo conosceva e gli voleva bene. Sempre con le lacrime agli occhi raccontano di un ragazzo felice di fare questo lavoro e del fatto che era stato da poco ammesso alla specialistica in anestesia e rianimazione. Aveva scelto di specializzarsi in un settore che, in qualche modo, ha un legame forte con le attività del 118. Il problema è, quindi, che a Crotone non ci sono ambulanze, ma nemmeno medici. La pianta organica dell’Asp, per il 118, prevede una forza lavoro di 38 medici e a Crotone ce ne sono solo 16, due dei quali non possono sempre garantire la presenza. Insomma non ci sono né mezzi e né uomini. Il problema dei medici è sorto anche perché all’Asp pitagorica sono state eliminate le indennità, cosa che non si è verificata in tutte le aziende della Calabria. Le indennità consentono ad un medico del 118 di avere in busta paga circa 700 euro in più al mese. Ecco perché i giovani preferiscono andare a lavorare nelle postazioni della provincia di Cosenza, che sono confinanti con la provincia di Crotone a pochi chilometri da casa. Non ci sono né uomini e né mezzi e già domani il turno che avrebbe dovuto fare il giovane medico non potrà essere coperto perché non ci sono disponibilità. La postazione del 118 di Mesoraca, dove sarebbe stato di servizio, domani e i prossimi giorni rischia di non avere il medico. Il problema non è solo a Crotone, ma è presente in tutti le altre postazioni periferiche della provincia. Sanità alla frutta e Il prezzo salato lo pagano i lavoratori, ma anche le utenze che devono sperare di non fare incidenti e non avere mai bisogno del 118.     

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x