Ultimo aggiornamento alle 13:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

l’inchiesta

“Portofino”, i sei finiti in carcere si avvalgono della facoltà di non rispondere

Interrogatori di garanzia al Tribunale di Castrovillari. Arresti a Corigliano Rossano per reati in materia di stupefacenti

Pubblicato il: 30/09/2021 – 13:35
“Portofino”, i sei finiti in carcere si avvalgono della facoltà di non rispondere

CORIGLIANO ROSSANO Si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere le sei persone finite in carcere nel corso dell’operazione Portofino. È questo l’esito dell’interrogatorio di garanzia celebratosi questa mattina dinnanzi al Tribunale di Castrovillari alla presenza del pm Flavio Serracchiani e del gip Fabio Lelio Festa.
Amedeo Ionfrida, Mario Filadoro, Pierluigi Filadoro, Gianluca Abate, Vincenzo Aquino e Pasquale Aquino erano stati arrestati alle prime luci dell’alba del 25 settembre (qui la notizia), nel corso dell’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari e condotta dal Commissariato di Corigliano Rossano. Erano state 14 in tutto le misure cautelari per reati a vario titolo in materia di stupefacenti, consumatisi tra piazzetta Portofino a Schiavonea, piazza Bernardino Le Fosse a Rossano e nel centro storico di Corigliano.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb