Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

La posizione

Bruni e Caruso: «Errore chiudere l’edizione notturna del TgR»

La leader dell’opposizione in Consiglio regionale ed il sindaco di Cosenza contro la decisione adottata dall’ad della Rai

Pubblicato il: 27/11/2021 – 11:01
Bruni e Caruso: «Errore chiudere l’edizione notturna del TgR»

CATANZARO «Non è proprio una bella idea quella dell’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes di tagliare l’edizione della notte dei tg regionali. In questo modo si spegnerebbe la presenza del servizio pubblico sul territorio per quasi dodici ore, dalle 19e30 della sera alle sette del mattino. Un’assurdità». Non usa mezze misure Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio regionale nel commentare la notizia secondo la quale l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes avrebbe deciso la soppressione dei tg regionali della notte da gennaio. «Chiudere una finestra importante di informazione in un momento assai delicato come quello che il nostro Paese – sostiene – sta vivendo a causa della pandemia, sarebbe davvero fuori luogo e senza alcuna motivazione valida. Sappiamo bene quanto sia importante l’informazione, soprattutto quella locale fornita dal servizio pubblico per tenere a bada le fake news e far giungere alle comunità locali notizie certe su argomenti di vitale importanza come quelle sull’andamento epidemiologico e le relative misure per contrastare la pandemia. In momenti terribili come questi le sedi regionali vanno tutelate e possibilmente rinforzate con uomini e mezzi. È questo il compito del servizio pubblico». «Noi calabresi – conclude Bruni – abbiamo già visto in altri ambiti dove porta la logica del risparmio dissennato e privo di criterio, a far circolare sempre più ambulanze del 118 senza medico a bordo per carenza di personale. Non credo sia il caso di bissare anche con i tg regionali».

Caruso: «Auspico che i vertici aziendali rivedano prima possibile il proposito di tagliare il TgR»

«Esprimo particolare preoccupazione – aggiunge il sindaco di Cosenza, Franz Caruso – per la paventata chiusura, dal prossimo mese di gennaio, dell’edizione di mezzanotte dei tg regionali della RAI e quindi anche dell’edizione regionale della Calabria. L’informazione locale – aggiunge Caruso – rappresenta per i cittadini un servizio pubblico essenziale ed irrinunciabile che non può essere cancellato per un mero calcolo ragionieristico che non tiene in debita considerazione il diritto insopprimibile dei cittadini ad essere informati. I Tg regionali del servizio pubblico continuano ad essere, pur nelle difficoltà nelle quali si dibatte tutto il sistema dell’informazione nel nostro Paese, un presidio informativo di assoluta garanzia per i cittadini. E questo ruolo i Tg regionali hanno saputo interpretare con puntualità, serietà e grande professionalità, quando si è trattato, come ancora sta avvenendo, di informare, in prima linea, l’opinione pubblica sull’andamento della terribile pandemia che ha colpito il mondo intero e, con esso, anche i nostri territori. A questo proposito – sottolinea ancora Franz Caruso – non va assolutamente dimenticato il supporto, al pari degli altri media, che la Rai regionale ha assicurato alle istituzioni, contribuendo a rilanciare l’informazione di pubblica utilità destinata ai cittadini, in una contingenza così sofferta come quella originata dal Covid-19. La decisione di cancellare le edizioni di mezzanotte dei Tg regionali, se confermata, spegnerebbe una voce importante e autorevole che dà visibilità ai nostri territori svolgendo una funzione altrimenti non sostituibile. Questo rappresenterebbe un gravissimo vulnus non facilmente sanabile. Il Comune di Cosenza – ha dichiarato ancora il Sindaco Franz Caruso – concorda con quanto espresso anche da alcune sezioni regionali dell’Anci nel rivendicare il diritto delle realtà territoriali ad ottenere ancora più spazio affinché possano essere meglio raccontate da chi fa informazione nel servizio pubblico. Ecco perché, aderendo all’iniziativa che sta portando avanti, in rappresentanza della segreteria nazionale e regionale del sindacato autonomo Snater, Francesca Pecora, unitamente alle altre sigle sindacali, auspico che i vertici aziendali rivedano prima possibile il proposito di tagliare dal futuro palinsesto le edizioni di mezzanotte dei tg regionali, affinché non venga meno un vero e proprio presidio democratico al quale l’intero Paese e con esso le istituzioni locali non possono rinunciare”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x