Ultimo aggiornamento alle 0:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Il ricordo

«Addio a Renato Turano, ambasciatore della Calabria nel mondo»

Renato Turano non è più tra noi. È andato via in silenzio, senza fare rumore come era solito fare, ma accompagnato dal sorriso e dalla voglia di vivere che fino all’ultimo è stata la sua forza e l…

Pubblicato il: 12/12/2021 – 11:25
di Orlandino Greco*
«Addio a Renato Turano, ambasciatore della Calabria nel mondo»

Renato Turano non è più tra noi. È andato via in silenzio, senza fare rumore come era solito fare, ma accompagnato dal sorriso e dalla voglia di vivere che fino all’ultimo è stata la sua forza e la sua fiera compagna. Dire di Renato non è cosa semplice, di certo già la sua storia ha scritto per lui e gli attestati di stima e di commiato, giunti da ogni dove e da chi ha avuto il piacere e l’onore di conoscerlo ne sono un’attestazione che durerà nel tempo.
Un modello di vita, una persona per bene, un esempio per tutti, un instancabile lavoratore che nella vita ha saputo trasformare in realtà quel grande sogno americano, a cui tanti dei nostri corregionali guardavano allora come ora, lasciando la propria terra d’origine. Oggi la «Turanos-S.p.a.» è una delle più grandi e solide realtà imprenditoriali di tutto il Nord America, che porta con sé l’immagine e i valori di una famiglia conservati e tramandati da generazioni in generazione. Dedizione e impegno, riversato anche nell’azione politica istituzionale, che ha visto Renato eletto per ben due legislature, la XV e la XVII, senatore in rappresentanza degli italiani che vivono nell’America del Nord, a sottolineare il suo legame con la madre patria. E ancora di più il suo legame con la Calabria, mai reciso, sempre vivo e intenso, come dimenticare quell’ultimo incontro di qualche anno fa in Regione Calabria con la Consulta dei Calabresi, quando fortemente commosso, con gli occhi bagnati dalle lacrime, parlava della sua Calabria e di quel sogno di cambiarla e di “ritornare”. Questo il senso con cui istituì l’Associazione “Mariano Turano”, dedicata ai laureati dell’Università della Calabria che intendono fare stage formativi presso le imprese affiliate alla Camera di Commercio italiana di Chicago.
Ma Renato Turano era un grande castroliberese sempre a difesa delle sue origini e della sua storia, lui che amava ripetere: «Conoscere le proprie radici è importante, perché devi sapere da dove provieni per andare oltre».
Ed è di questo che sono fatti i tanti calabresi all’estero, di quel legame profondo con le proprie radici, di quell’amore incondizionato verso la propria terra di origine, a cui non chiedono nulla anzi mossi dal desiderio di dare ed essere utili per la crescita del natio borgo selvaggio. E Turano è stata l’espressione più alta di tutto questo fare, credere, volere e poi tramandare attraverso la conoscenza e il lavoro proprio della Consulta dei calabresi all’estero.
Attento, presente e profondo indagatore di ciò di cui questa terra ha e di cui difetta, ha saputo offrire spunti di riflessione su cui confrontarsi e costruire, attraverso una visione nuova, lontana dagli stereotipi e pregiudizi, una Calabria diversa. La sua storia, come quella di tanti corregionali sparsi nel mondo, è uno dei più grandi patrimoni che possediamo. Dimenticarla, disperderla o non darle il giusto riconoscimento e valore, sarebbe non soltanto mortificare la memoria di chi l’ha amata fino alla fine ma anche perdere una parte della propria di storia e quindi l’occasione di, come diceva Turano, “andare oltre”. Ambasciatori delle terre dei propri avi e di quei valori che hanno portato con sé e mantenuto nelle comunità che poi, nei luoghi che li hanno accolti, hanno piantato. Passato, presente e futuro si sono fusi e hanno saputo offrire un racconto diverso della Calabria.
Un importante strumento di conoscenza e comunicazione che ha favorito il turismo di ritorno e accresciuto l’import-export con la collaborazione continua delle Camere di Commercio estere. Progetti di scambio culturale tra studenti calabresi in Italia e nel mondo, incontri con Enti e buyer internazionali, processi di internazionalizzazione delle imprese, corsi di italiano e di cucina calabrese per i figli degli emigrati, sono solo alcune delle iniziative messe in campo dalla Consulta nella precedente legislatura di cui Renato Turano ne è stato un grande fautore e espressione nella sua Chicago ma, insieme con gli altri consultori e uomini e donne come lui, in tutta l’America.
Ricordiamo l’amico Renato, non disperdiamo la sua storia e della famiglia Turano, non dimentichiamo l’uomo che è stato, esaltiamo la figura di un gran lavoratore e di uno dei più importanti imprenditori dell’Illinois. E rivolgiamo lo sguardo ai nostri corregionali all’estero. Innumerevoli iniziative potrebbero trovare il supporto nella rete dei Consultori, iniziative che possono assumere una valenza sul piano politico, sociale, culturale. Ripartiamo da qui, con questi obiettivi, e sono certo che il lavoro svolto dalla Consulta segnerà un punto di svolta per i rapporti tra la Calabria e il resto del mondo. E allora soltanto così renderemo davvero omaggio a Renato Guerino Turano!

*Italia del Meridione

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x