Ultimo aggiornamento alle 18:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

L’aggiornamento

Corap, sindacati incontrano commissario: «Regione convochi confronto»

Riitano ha convocato le sigle di categoria presso la Cittadella regionale per fare il punto sulla procedura di liquidazione del Consorzio

Pubblicato il: 24/06/2022 – 14:50
Corap, sindacati incontrano commissario: «Regione convochi confronto»

CATANZARO «Si è svolto lo scorso 21 giugno, presso la Cittadella regionale – informa una nota –, su invito del commissario liquidatore del Corap, Sergio Riitano, l’incontro con le Organizzazioni sindacali rappresentate dalle segreterie aziendali dell’Ente Cisl Fp, Fp Cgil, Ugl, Findici e Sul, oltre il delegato confederale Cgil, Luigi Veraldi, con all’ordine del giorno l’aggiornamento sugli indirizzi attuativi della procedura concorsuale in atto relativa alla liquidazione coatta amministrativa».
«Il Commissario – riferiscono i sindacati – ha comunicato ai presenti lo stato dei lavori, ringraziando preliminarmente i lavoratori del Corap per la mole di lavoro svolto con professionalità, solerzia ed abnegazione, che da sempre li contraddistingue. Lavoro che ha consentito di predisporre tutti gli atti e la documentazione necessari per porre in essere e dare slancio alla procedura concorsuale in atto, secondo la tempistica assegnata, anche se si è ritenuto opportuno richiedere una proroga, utile per fare gli ultimi aggiornamenti e quindi procedere alla trasmissione della stessa all’Autorità competente».
«Unanime consenso – sottolinea la nota – è stato espresso dalle Organizzazioni sindacali relativamente allo sforzo profuso dal commissario Riitano che, pur tra tante difficoltà, ha sostanzialmente mantenuto l’impegno di far redigere gli atti amministrativi e contabili summenzionati, necessari per il proseguo della procedura concorsuale e, non di meno, per assicurare, senza soluzione di continuità, una costante erogazione degli stipendi ai dipendi Corap e la continuità delle attività istituzionali. Cosa non di poco conto, considerate le traversie che sino ad oggi ha dovuto subire l’Ente».
«Il percorso che l’amministrazione ha intrapreso – spiegano i sindacati –, per dare attuazione nei tempi assegnati la procedura concorsuale, è stato ampiamente e dettagliatamente evidenziato dal dottor Riitano, indicando la pianificata road map che non può non coinvolgere, quale elemento prioritario, i dipendenti del Corap ma anche la Regione Calabria. Regione indispensabile per dare indirizzo sicuro per il futuro dei lavoratori e delle attività istituzionali assegnate attualmente al Corap».
«Non vi è dubbio, infatti – auspicano le sigle di categoria –, che a fronte del lavoro svolto dal Corap, occorre un indispensabile ed improcrastinabile intervento della Regione con azioni certe ed efficaci, così come già oggi riscontrabili. Tutto ciò nella consapevolezza, più volte ribadita, dell’importanza delle funzioni assegnate al Corap, fulcro per il rilancio dell’attività produttiva dell’intera Regione Calabria, che dovranno trovare sbocco in una nuova realtà istituzionale sana e costruttiva che può e che deve essere un volano straordinario di crescita della Calabria».
«Chiarezza a tale proposito – si legge nella nota – è stata data dal dottor Riitano che ha più volte sottolineato che l’attività di rilancio del sistema produttivo della Regione non può essere legato ad una mera attività di compravendita immobiliare, ma deve basarsi su tutte quelle attività di valorizzazione del patrimonio infrastrutturale a questo dedicato, semplificazione amministrativa, supporto alle imprese con la dotazione di servizi dedicati ed attraverso la condivisione degli intenti tra le “parti” interessate. Tutto ciò ritenuto indispensabile per l’attrazione di nuovi investitori e per il raggiungimento di un obiettivo comune, dove ogni parte deve sentirsi corresponsabile del successo di quanto programmato e partecipato».
«Il commissario Riitano – annotano ancora le sigle sindacali –, ha infine dato chiarimenti sull’Ordinanza emessa dal presidente della Regione Calabria Occhiuto, inerente le criticità gestionali e di malfunzionamento riscontrate su ben 14 impianti di depurazione di altrettanti Comuni Calabresi. Ordinanza che ha riconosciuto l’affidabilità e la professionalità del Corap nell’ambito della gestione degli impianti di depurazione consortili, assegnando a questo Ente il compito di sovrintendere le attività gestionali degli interventi emergenziali già individuati dalla Regione, con l’ausilio di personale esterno individuato a tale scopo dalla stessa Regione, previa stipula di attinente Convenzione».
«Alla luce della complessità e della delicatezza delle questioni ancora da definire – conclude la nota –, le Organizzazioni sindacali hanno quindi ribadito la necessità di un incontro tra il presidente Occhiuto e le segreterie sindacali regionali, al fine di avere contezza sull’indirizzo politico che l’Amministrazione regionale intende portare avanti, indispensabile per dare una definitiva svolta all’annosa problematica del Corap, incontro che si spera possa avvenire nel più breve tempo possibile».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x