Ultimo aggiornamento alle 21:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

lo strappo

Grillo: «M5S contagiato dagli zombie». Ci sono anche tre calabresi

Nelle foto dei “traditori” anche Nesci, d’Ippolito e Dieni. Crippa e D’Incà lasciano il MoVimento

Pubblicato il: 01/08/2022 – 16:32
Grillo: «M5S contagiato dagli zombie». Ci sono anche tre calabresi

ROMA Il post è al solito sferzante. E Beppe Grillo lo condisce con una rappresentazione fotografica di quelli che sarebbero, per il fondatore del M5S, gli zombie che lo hanno contagiato. Nell’elenco ci sono anche tre calabresi: la sottosegretaria al Sud Dalila Nesci (che ha seguito Luigi Di Maio nella scissione), il parlamentare lametino Giuseppe d’Ippolito (che proprio oggi ha annunciato l’adesione al movimento di Di Maio e Tabacci) e la deputata reggina Federica Dieni (non ricandidabile dopo due mandati e fresca di addio).

Il post di Grillo sul suo blog

«Non esiste un vento favorevole per chi non sa dove andare, ma è certo che per chi va controcorrente il vento è sempre sfavorevole. Sapevamo fin dall’inizio di dover combattere contro zombie che avrebbero fatto di tutto per sconfiggerci o, ancor peggio, contagiarci. E così è stato: alcuni di noi sono caduti, molti sono stati contagiati. Ma siamo ancora qui, e alla fine vinceremo, perché abbiamo la forza della nostra precarietà: siamo qui per combattere, non per restare, e questa nostra diversità è spiazzante per gli zombie». Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. «Compiangiamo chi di noi è caduto e non ha resistito al contagio» degli zombie. «Ma soprattutto ringraziamo chi di noi ha combattuto e combatte ancora. Per alcuni è il tempo di farlo con la forza della precarietà, perché solo così potremo vincere contro gli zombie, di cui Roma è schiava. Onore a chi ha servito con coraggio e altruismo, auguri a chi prosegue il suo cammino! Stringiamoci a coorte! L’Italia ci sta chiamando».

Gli addii di Crippa e D’Incà al Movimento

«Dopo ormai 14 anni di attivismo politico mi vedo costretto a lasciare il Movimento 5 Stelle. Si tratta per me di un gesto molto sofferto e meditato a lungo. Non ho mai nascosto la mia divergenza di opinione con i vertici del movimento sulla gestione del mancato voto di fiducia al Governo, che di fatto ha aperto una crisi poi cavalcata dal centrodestra per scopi elettorali». Lo scrive su Facebook l’ex capogruppo del M5s alla Camera, Davide Crippa. «Non comprendo più il progetto politico, troppo instabile, troppo volubile e spesso contraddittorio, che ha fatto perdere di vista l’orizzonte comune che aveva unito il Movimento», aggiunge.
«Ho riflettuto molto in questi giorni sulle motivazioni e le conseguenze della caduta del Governo Draghi e non posso che prendere atto delle insanabili divergenze tra il mio percorso e quello assunto nelle ultime settimane dal Movimento 5 Stelle, che oggi lascio». Lo annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà ricordando che aveva «spiegato nelle sedi opportune e anche pubblicamente i rischi ai quali avremmo esposto il Paese in caso di un non voto di fiducia nei confronti del Governo Draghi. Una decisione a mio giudizio irresponsabile che non ho condiviso e che ho cercato di evitare fino all’ultimo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x