Ultimo aggiornamento alle 17:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Movida violenta

Venti contro uno: giovane pestato a sangue sul lungomare di Reggio – VIDEO

Rissa violenta nella notte tra sabato e domenica. Aggredito un giovane a calci, pugni e con un casco. Falcomatà ai genitori: «Denunciate»

Pubblicato il: 01/08/2022 – 12:34
Venti contro uno: giovane pestato a sangue sul lungomare di Reggio – VIDEO

REGGIO CALABRIA Una violenta rissa che ha coinvolto circa venti giovanissimi ha sconvolto Reggio Calabria. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, un gruppo di ragazzi avrebbe accerchiato un loro coetaneo colpendolo a calci e pugni. Ed anche con un casco e una sedia.
La lite, scoppiata per motivi in corso di accertamento, è avvenuta sul lungomare cittadino la notte tra sabato e domenica scorsa quando nella zona c’erano centinaia di persone.
Le scene dalla rissa, riprese con alcuni smartphone, stanno facendo il giro dei social. Su quanto accaduto stanno indagando gli inquirenti reggini.

Il giovane aggredito non ha presentato denuncia per paura di altre violenze

Il ragazzo è stato colpito ripetutamente con pugni, calci, caschi da motociclista e sedie di plastica. Soltanto dopo alcuni minuti il giovane aggredito è riuscito a darsi alla fuga. Sull’episodio ha avviato indagini la polizia di Stato sotto le direttive della Procura delle Repubblica ordinaria e della Procura per i minorenni, guidate, rispettivamente, da Giovanni Bombardieri e Roberto Di Palma. Il ragazzo vittima dell’aggressione ha riportato la frattura del setto nasale e lesioni varie. Il giovane, comunque, secondo quanto si è appreso, non ha presentato alcuna denuncia, presumibilmente nel timore di subire altre violenze. Il giovane vittima del pestaggio è stato sentito dagli investigatori, ma non avrebbe fornito chiarimenti sui motivi dell’aggressione. 

Falcomatà: «Denunciate i vostri figli»

A denunciare la vicenda anche il sindaco sospeso metropolitano Giuseppe Falcomatà. «Il nostro Lungomare in questi giorni – scrive sul suo profilo facebook – è teatro di tante iniziative ed eventi, concerti, momenti di svago e di divertimento. Eppure c’è chi sembra non gradire e preferisce trascorrere il tempo in questo modo. Scene già viste purtroppo, evidentemente i messaggi educativi non bastano mai».
«Ho sempre sostenuto che il compito delle istituzioni – scrive ancora Falcomatà – ed in generale delle agenzie educative sia quello di capire i motivi di questi episodi, di comprendere il disagio profondo che vi si nasconde. Ma a volte c’è poco da capire: evidentemente c’è chi, seppur giovanissimo, sceglie proprio di esprimersi in questo modo barbaro, attraverso la violenza. Questa non è la nostra città, non è la Reggio che conosciamo».
«Non è quella Reggio inclusiva, tollerante, quella Reggio del dialogo e del rispetto delle regole – afferma il sindaco sospeso – per la quale lavoriamo ormai da tanti anni. Non dite che ci vogliono le telecamere o i controlli, perché qui è esclusivamente una questione di educazione. Ai ragazzi protagonisti di questo video vorrei dire vergogna, perché quella che si vede non è semplicemente una rissa, ma un vero e proprio pestaggio, tutti contro uno. E allora più che ai ragazzi io mi rivolgerei ai loro genitori: se io riconoscessi mio figlio in quelle immagini non ci penserei due volte ad accompagnarlo in Questura».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x