Ultimo aggiornamento alle 22:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La riflessione

«Una campagna elettorale tra Ponte e involtini»

Sarebbe interessante sapere che idea ha Salvini della Calabria e di Reggio in particolare. Archiviata la non felice figura fatta in Puglia durante un suo comizio nel quale ha deciso di rivolgersi …

Pubblicato il: 05/09/2022 – 11:34
di Franco Scrima*
«Una campagna elettorale tra Ponte e involtini»

Sarebbe interessante sapere che idea ha Salvini della Calabria e di Reggio in particolare. Archiviata la non felice figura fatta in Puglia durante un suo comizio nel quale ha deciso di rivolgersi agli astanti avventurandosi a parlare loro del Ponte sullo Stretto di Messina, argomento che, stante alle cronache giornalistiche, avrebbe interessato molto poco gli astanti, lo stesso argomento l’ha ripreso il giorno dopo a Reggio Calabria. In questa città ha deciso di porre la sua candidatura al Parlamento e, volendo forse emulare Garibaldi che partì da Quarto per approdare a Palermo e risalire la Sicilia prima e lo Stivale dopo per “consacrare” l’unità d’Italia, lui ha fatto il contrario quando, salito sul palco, ha dovuto ripetere gli stessi concetti e le stesse considerazioni avendo capito che si trovava nella città nella quale ha deciso di candidarsi, a pochi chilometri di distanza da dove sarà realizzato il famoso “ponte” per collegare la Sicilia con l’Italia.
Ma ciò che ha fatto tremare i polsi di chi l’ascoltava sotto il palco è stato quando si è lasciato andare in una affermazione a dir poco discutibile. «Come centrodestra – ha detto – facciamo autocritica perché non abbiamo dedicato a Reggio Calabria l’attenzione che avrebbe meritata…». Lasciando pensare così che la Lega potesse determinare chissà quale iniziativa per favorire lo sviluppo di Reggio Calabria che, nonostante la sua rinomata disattenzione, rimane una gran bella città, adagiata in riva al mare e abitata da una popolazione disposta a “vendersi l’anima” pur di renderla attraente e ospitale.
Le parole in politica si sa che valgono sempre meno col trascorrere del tempo. Tuttavia Salvini le ha volute pronunciare nonostante abbia fatto autocritica ammettendo che anche la Lega, come la maggior parte dei partiti politici, non hanno dedicato a Reggio Calabria l’attenzione che meritava.
Come si dice dalle nostre parti “le parole vanno a zero lire” soprattutto quando vengono pronunciate in campagna elettorale.
C’è da pensare che quanto detto da Salvini sia stato dettato dalla fretta. Dall’altra parte dello Stretto, infatti, nello stesso giorno, c’era ad attenderlo Giorgia Meloni con la quale, stando alle cronache giornalistiche, si è incontrato per andare a pranzo al “Circolo Thalatta” sul lungomare, difronte alla stele che supporta la famosa “Madonnina” nel gesto di benedire gli uomini del mare.
Meloni e Salvini, poi, accompagnati da “fedelissimi” si sono recati a pranzo al circolo dei “Canottieri Thalatta” dove hanno gustato i famosi involtini alla messinese a base di pesce spada e un buon vino dei Nebrodi. I sostenitori del Ponte sullo Stretto di Messina sono stati serviti!
*giornalista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x