Ultimo aggiornamento alle 12:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L’evento

La fisica quantistica protagonista a Corigliano Rossano. Meeting con un centinaio di scienziati da tutto il mondo – VIDEO

La sette giorni organizzata dal Dipartimento di fisica dell’Unical, dalla Kansas University e dall’Infn. «Lo Jonio giusto mix tra clima e cultura»

Pubblicato il: 29/09/2022 – 11:56
di Luca Latella
La fisica quantistica protagonista a Corigliano Rossano. Meeting con un centinaio di scienziati da tutto il mondo – VIDEO

CORIGLIANO ROSSANO Dal Libano a Israele, dall’Italia agli Stati Uniti, dalla Cina alla Russia, dall’Ucraina, alla Francia ed alla Germania: un centinaio di scienziati provenienti da tutto il mondo si sono dati appuntamento a Corigliano Rossano per confrontarsi sui temi della fisica nucleare.
L’evento della durata di una settimana che si concluderà nel week end, si sta tenendo nel resort Airone, a due passi dal mare Jonio, a quanto pare apprezzatissimo dagli ospiti del meeting.
La settimana internazionale dedicata alla fisica subnucleare ed alle particelle elementari iniziata lo scorso 24 settembre, si concluderà il 30. La sette giorni in riva allo Jonio – sponsorizzata tra l’altro dal dal Cern di Ginevra e patrocinata dal Consiglio regionale della Calabria – è stata organizzata dal Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria e da The University of Kansas.
L’obiettivo del meeting è quello di favorire l’interazione tra ricercatori di fama internazionale nel campo della fisica subnucleare e delle particelle elementari, in ambito sperimentale e teorico.

Il prof. Alessandro Papa

«Ci siamo ritrovato in un centinaio di colleghi fisici provenienti da tutto il mondo – ha spiegato il prof. Alessandro Papa del Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria ai microfoni de L’altro Corriere Tv – per confrontarci su teorie, metodi ed esperimenti che mirano a descrivere la struttura del nucleo atomico e dei suoi componenti, il protone ed il neutrone. Nel particolare a noi interessa e decifrarne la composizione, la struttura, per capire come interagiscono e si comportano i costituenti fondamentali dei nucleoni che sono i quark. Questo confronto sta avvenendo a livello teorico tra modelli e sistemi e soprattutto a livello sperimentale con i risultati delle visure che vengono fatti attraverso esprimenti di collisione di particelle, nel particolare tra protoni o protoni e nuclei nei più grandi acceleratori di particelle, tra cui il più importante quello del Cern di Ginevra».

«Ci siamo ritrovati in questo splendido, accogliente e meraviglioso angolo di Calabria – ha aggiunto il prof. Papa – perché questo evento è stato organizzato dal Dipartimento di Fisica dell’Unical, dal gruppo cosentino dell’Istituto nazionale di fisica nucleare e dall’università del Kansas. Essendo tra i promotori, abbiamo ritenuto di ospitarla nella nostra terra, scegliendo la costa Jonica perché si presta per la mitezza del clima e delle attività culturali che offre».
Nei giorni scorsi gli scienziati hanno visitano il Codex Purpureus Rossanensis, patrimonio dell’Unesco, il Parco archeologico di Sibari, la cintura arbëreshë nei comuni di Spezzano Albanese e Civita. (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x