Ultimo aggiornamento alle 12:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Minacce sotto lo studio legale e post minatori su Facebook contro l’avvocato Talerico

Le parole sui social: «Stai tranquillo fino a dicembre». La solidarietà di Fiorita e della Camera penale di Catanzaro

Pubblicato il: 01/10/2022 – 13:10
Minacce sotto lo studio legale e post minatori su Facebook contro l’avvocato Talerico

CATANZARO Lo ritiene responsabile «diretto e coordinatore in atti giuridici nell’ostruire accanitamente e in modo ossessivo compulsivo il rapporto bigenitoriale nei confronti di mia figlia (in 3 anni ho visto la bimba per circa 20 giorni!!!); tutto questo da circa 3 anni. Caro Antonello ricorda, che se fossi persona giusta e retta non avresti timore a motivo di allertare le forze dell’ordine immotivatamente; evidentemente qualcosa non quadra nella tua coscienza, rifletti!!! Da buon genitore e padre quale sei ti auguro tanta gioia e felicità a te, figlie e intera famiglia; augurandoti sempre tanta pace e serenità per quanta ne hai concessa… Stai Tranquillo fino a Dicembre!!!».
Si conclude con queste parole il post su Facebook di un uomo, G.P., che ieri sera intorno alle 19:30 si sarebbe presentato, secondo quanto riferisce il diretto interessato, sotto lo studio dell’avvocato Antonello Talerico citofonando e proferendo minacce di morte. L’uomo avrebbe anche avvicinato passanti e operatori di un bar situato vicino allo studio di Talerico. Secondo quanto testimonia in una nota il diretto interessato, G.P. lo avrebbe insultato e avrebbe chiesto alle persone che fermava di portare i suoi messaggi minatori all’avvocato Talerico. Sul posto sono intervenuto due pattuglie dei carabinieri che hanno identificato G.P.
Secondo quanto fa sapere lo stesso avvocato, i carabinieri hanno proceduto alla perquisizione personale e dell’auto dell’uomo dove sarebbe stato trovato uno strumento utile all’aggressione fisica.
L’uomo si sarebbe allontanato, dietro le insistenze dei carabinieri, dopo un’ora e mezza, ma solo per tornare, dopo due ore, entrare nel bar e lasciare messaggi «minatori» alla cassiera dicendo che una persona dalla Sicilia era venuta apposta per l’avvocato.
Questa mattina G.P. ha pubblicato un posto su Facebook in cui – oltre alle parole riportate sopra – raconta di essere stato perquisito dai carabinieri e che l’avvocato Talerico lo accusava di averlo minacciato di morte. L’uomo afferma che la cosa è «escludibile» perché, aggiunge, «io non conosco il Signore Avvocato». Salvo poi scrivere nel finale del post che Talerico – che difende una parte di un processo contraria a G.P. – si accanirebbe nel rapporto bigenitoriale con la figlia.
Una vicenda dai contorni molto delicati. Le telecamere del bar hanno ripreso l’andirivieni dell’uomo e la questione dovrà presto essere chiarita.

La solidarietà del sindaco Fiorita

Il sindaco Nicola Fiorita ha espresso piena solidarietà all’avvocato Antonello Talerico, vittima ieri sera di una grave intimidazione. «Un gesto da condannare con la massima fermezza – ha detto il primo cittadino – perché intriso di intollerabile violenza, aggravata dall’intento di condizionare il libero esercizio della professione che Antonello onora quotidianamente nelle aule di giustizia e come presidente dell’Ordine degli avvocati. Gli siamo dunque vicini con affetto, così come lo siamo verso i suoi familiari, coinvolti anche loro nelle farneticanti minacce di cui sono stati bersaglio. Respingiamo la violenza, sempre e comunque, perché in nessun caso essa può trovare giustificazione».

La solidarietà del consiglio comunale

Il presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro, Gianmichele Bosco, esprime a nome dell’intera assise la massima solidarietà e vicinanza al presidente dell’ordine degli avvocati e consigliere comunale Antonello Talerico e alla sua famiglia, vittime nelle scorse ore di minacce di morte.  Il presidente Bosco, anche in qualità di avvocato, condanna il gesto perché indotto da una ingiustificata reazione rispetto agli sviluppi di un procedimento in corso e quindi legato alla professione che Talerico svolge con dedizione e capacità ogni giorno anche da presidente dell’Ordine. «Quanto accaduto ci deve spingere a riflettere su come oggi sia sempre più complicato svolgere liberamente e serenamente un lavoro così delicato come quello del difensore senza subire pressioni e minacce. L’intero Consiglio comunale è vicino al collega Talerico: siamo certi che questo episodio così spiacevole non fermerà l’impegno professionale e civico del consigliere».

La Camera penale di Catanzaro: «Attacco al libero esercizio dei diritti del cittadino»

La Camera penale ‘Alfredo Cantàfora’ di Catanzaro esprime «piena solidarietà professionale e sincera vicinanza umana all’avvocato Antonello Talerico, presidente dell’ordine degli Avvocati di Catanzaro, per il vile atto intimidatorio subito. In disparte i profili di rilevanza penale della grave condotta delittuosa, che saranno accertati nelle sedi opportune – sottolinea il consiglio direttivo – occorre tenere ben a mente che l’attacco al libero esercizio della professione forense rappresenta un attacco al libero esercizio dei diritti del cittadino, competendo funzionalmente all’Avvocato il ministero difensivo dei diritti e delle libertà della persona».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x