Ultimo aggiornamento alle 7:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la cerimonia

«Solo il silenzio è adeguato davanti a una tragedia come questa». Catanzaro si stringe attorno a Saverio, Aldo e Mattia – VIDEO – FOTO

La chiesa dell’Immacolata è gremita per i funerali dei tre giovani fratelli morti nel rogo della loro abitazione. La commovente lettera di zia Jessica

Pubblicato il: 28/10/2022 – 19:14
«Solo il silenzio è adeguato davanti a una tragedia come questa». Catanzaro si stringe attorno a Saverio, Aldo e Mattia – VIDEO – FOTO

CATANZARO È gremita di gente la chiesta dell’Immacolata a Catanzaro per i funerali dei tre giovani fratelli Corasoniti, morti nell’incendio del proprio appartamento meno di una settimana fa. Silenzio e dolore per Saverio, Aldo e Mattia. Davanti alle tre bare bianche ci sono oggi i parenti più prossimi, la sorella di Vitaliano Corasoniti, Jessica, gli zii, i cuginetti.

Sul lato destro della chiesa ci sono le autorità: il sindaco Nicola Fiorita accompagnato dal presidente del consiglio comunale Gianmichele Bosco, il presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso, i rappresentanti delle forze dell’ordine, finanza, carabinieri, vigili del fuoco, polizia. Presente anche il consigliere comunale e presidente dell’ordine distrettuale degli avvocati Antonello Talerico.
«Davanti a una tragedia come quella che stiamo vivendo soltanto il silenzio sarebbe adeguato», ha detto l’arcivescovo Claudio Maniago.

Toccante la lettera che Jessica Corasoniti ha dedicato ai tre nipotini. Minuta, bionda, Jessica è stata per tutto il tempo china sulla spalla di suo marito Simone.
“Eravate troppo piccoli per volare via – scrive ai tre angeli – avevate tanti progetti da realizzare amori miei. Saveriuccio mio, il mio primo nipote, con cui sono cresciuta con tanto amore, attaccato morbosamente, il mio grande guerriero. Non è stato facile andare avanti con il tuo malessere ma talmente grande era l’amore che avevano i tuoi genitori e i tuoi fratellini per te che tutto si superava. Eravate una grande famiglia, un grappolo d’amore. Aldo Pio, il mio pugile e Mattia Carlo, il mio calciatore i miei birichini dolcissimi che sostenevate tutti i giorni con tanta forza il vostro fratellone speciale dedicandovi con tutto il vostro amore al vostro Saveriuccio. Vi sento in ogni cosa che faccio, in ogni mia azione. Siete nelle mie parole, nei miei pensieri, nei ricordi felici e tristi. Vi sento nel mio cuore, vivete nella mia anima, siete parte di me e di questo legame indissolubile. Vi sento, vi sento davvero. Solo che non ci siete più. La nostra vita non sarà più la stessa senza di voi. Anzi, non so come possiamo vivere senza di voi. Sarà una sopravvivenza difficile. Il mio cuore è volato con voi. Anime belle, zia vi ama e vi amerà per sempre. Vi amo, amori di zia, prima o poi ci riabbracceremo”.

La benedizione delle salme da parte dell’arcivescovo
L’uscita delle salme dalla chiesa dell’Immacolata
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x