Ultimo aggiornamento alle 23:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la cerimonia

Per Alberto di Monaco laurea honoris causa all’Università “Mediterranea” – FOTO

Il principe diventa dottore in Scienze forestali e ambientali. Bombino: sensibilizza i potenti del mondo sulle questioni ambientali. Il legame con la Calabria

Pubblicato il: 07/11/2022 – 19:16
Per Alberto di Monaco laurea honoris causa all’Università “Mediterranea” – FOTO

REGGIO CALABRIA Il Principe Alberto II di Monaco, ha concluso la prima giornata della sua presenza nella provincia di Reggio Calabria all’Università “Mediterranea”. Dopo una lunga visita al Museo nazionale della Magna Grecia, il Principe Alberto è stato accolto nell’aula magna dell’Ateneo reggino dal rettore, professore Giuseppe Zimbalatti, dai rettori delle università siciliane e calabresi, dai rettori delle università di Napoli, Bari, Roma 3 e Basilicata. Ad Alberto di Monaco, il senato accademico dell’Università “Mediterranea” ha conferito la laurea magistrale honoris causa in Scienze forestali ed ambientali, un riconoscimento, come afferma nella “laudatio” il professor Giuseppe Bombino, per «la sensibilità e competenza di Sua Altezza, la sua opera educativa, didattica e formativa, un Uomo che, con equilibrio, sensibilizza anche i potenti del mondo intorno alle più rilevanti questioni ambientali».

«Oggi, insieme a questa cerimonia – ha detto il rettore della “Mediterranea”, Giuseppe Zimbalatti – inauguriamo l’apertura ufficiale dell’anno accademico 2022-2023. Il Principe di Monaco è noto in tutto il mondo per il suo impegno in difesa del bosco e degli ecosistemi, un aspetto che a noi interessa molto. La Calabria, è bene ricordarlo, possiede un patrimonio ambientale e forestale tra i più ricchi di tutta l’Italia. Siamo la quinta regione italiana nella classifica del patrimonio boschivo posseduto, che va continuamente protetto e monitorato per salvaguardarne il valore ambientale e per meglio renderlo fruibile alle necessità dell’uomo e delle attività economiche compatibili. Il nostro territorio – ha sottolineato – è molto legato alla presenza della famiglia Grimaldi, fino dal sedicesimo secolo, alle civiltà rurali. Il marchese Grimaldi, avo del Principe Alberto di Monaco, non bisogna dimenticarlo – ha concluso Zimbalatti – due secoli fa ebbe un grande ruolo di modernizzazione nel territorio di Seminara introducendo innovativi sistemi di coltivazione».
Alberto di Monaco, la cui visita in Calabria riprenderà domani a Gerace, completerà il suo percorso visitando i comuni di Cittanova e Molochio, dove ancora ci sono evidenti tracce degli antichi casali di proprietà dei Grimaldi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x