Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’evento

Magna Graecia Experience, con il regista Francesco Bruni a confronto sul mondo giovanile

Il film scelto è stato “Scialla”, vincitore di numerosi premi, tra cui un Nastro d’Argento e due David di Donatello

Pubblicato il: 02/12/2022 – 16:16
Magna Graecia Experience, con il regista Francesco Bruni a confronto sul mondo giovanile

CATANZARO Educazione emozionale, l’importanza della formazione scolastica e non solo e il mondo dei giovani al centro della sesta giornata del Magna Graecia Experience. Ad aprire la mattinata all’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro è stato lo psicologo e psicoterapeuta Salvo Noè, che ha spiegato agli studenti presenti in  sala cosa significano le emozioni e come è possibile fortificare la propria autostima. Un momento coinvolgente e particolarmente prezioso per i tanti ragazzi che hanno potuto fare loro i suggerimenti dell’esperto per migliorare i comportamenti quotidiani. 

«Ricordatevi che quello che decidete oggi sarà il vostro futuro – ha detto dal palco Noè – Noi viviamo in uno dei posti più belli del mondo, ma se voi non studiate e non vi impegnate la Calabria muore. È inutile lamentarsi se non facciamo niente per cambiare. Divertitevi bene, ma nel frattempo studiate, perché studiare aiuta a farci diventare uomini e donne con dignità e coraggio». Il film scelto per la giornata di oggi è stato, invece, “Scialla” di Francesco Bruni. Vincitore di numerosi premi, tra cui un Nastro d’Argento e due David di Donatello, la pellicola racconta l’incontro generazionale, per molti versi rivoluzionario, tra Luca, studente un po’ svogliato ma pieno di vita, e l’insegnante Beltrame, ormai intrappolato nella sua stanca routine, che cambierà la vita di entrambi. La visione è stata accolta da risate e applausi generali. È seguito l’incontro con il regista che ha incentrato il proprio intervento sulla situazione attuale dei giovani: «Il discorso in questi ultimi anni si è complicato – ha sottolineato – c’è stata la pandemia che ha fatto da tappo ai ragazzi, allontanandoli dai coetanei e chiudendoli in casa. Il periodo che stiamo vivendo è un davvero problematico per i giovani, la situazione è molto diversa da quando ho girato Scialla». Bruni nel suo lavoro di cineasta è sempre stato attento alla questione giovanile: «Da Scialla in poi è stato un fil rouge della mia vita raccontare il mondo dei ragazzi. Nonostante i miei figli siano cresciuti, io sono comunque rimasto attento rispetto a questa dimensione». Francesco Bruni ha ricevuto la Colonna d’argento del maestro orafo Affidato dalle mani del collega regista Fabrizio Corallo. È stato, infine, proiettato il trailer di “Tutto chiede salvezza”, serie scritta e diretta dallo stesso Bruni uscita su Netflix lo scorso 14 ottobre che è stata accolta da uno straordinario successo. 
L’appuntamento di domani venerdì dicembre sarà con il film “La prima regola” di Massimiliano D’Epiro – proiettato in anteprima a Catanzaro in occasione dell’uscita nazionale nelle sale – a cui seguirà l’incontro con il regista e con gli attori di respiro internazionale come Darko Peric, Marius Bizau e Andrea Fuorto. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x