Ultimo aggiornamento alle 22:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’intervento

Erosione costiera, Amalia Bruni: «Il 30 gennaio riunione al Dipartimento Lavori pubblici»

La leader dell’opposizione in consiglio regionale: «Si tratta di una buona notizia. Ho presentato un’interrogazione in cui chiedo come si intenda aiutare le comunità danneggiate»

Pubblicato il: 28/01/2023 – 11:25
Erosione costiera, Amalia Bruni: «Il 30 gennaio riunione al Dipartimento Lavori pubblici»

CATANZARO «Sulla vicenda erosione costiera, dopo i numerosi smottamenti dei litorali da Falerna a Nocera Terinese, dovuti al maltempo, registriamo finalmente una buona notizia. Il Dipartimento Infrastrutturale Lavori Pubblici della Regione Calabria ha inviato una lettera, a firma del dirigente ingegnere Giuseppe Liritano, ai sindaci dei comuni di Gizzeria, Falerna, Nocera Terinese oltre che all’Anas, allo scopo di “coordinare  le attività di progettazione in corso per l’intervento di competenza di questo settore e degli ulteriori interventi di difesa costiera finanziati nel tratto di litorale specificato, è convocata una riunione tecnica per il giorno 30 gennaio alle ore 10 e 30 presso gli uffici di questo Dipartimento”». Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in consiglio regionale.

«L’oggetto di questa riunione – continua Bruni – riguarderà il Por Calabria Fesr 2014/2020»

«L’oggetto di questa riunione – continua Bruni – riguarderà il Por Calabria Fesr 2014/2020 per quanto concerne gli “Interventi integrati per il completamento delle opere di difesa costiera tra il litorale di Gizzeria e Foce fiume Savuto, il cui importo per i lavori è di 6milioni e 800 mila euro”. Ai sindaci invitati viene anche chiesto di presentare eventuali documentazioni dei progetti in corso di redazione di propria competenza. E’ un fatto importante perché si entra nella fase operativa passando dalle parole ai fatti su una vicenda che da tempo sta allarmando le comunità, i sindaci e gli imprenditori di questi tre comuni devastati dal maltempo. Per ottenere risultati in tempi celeri e che assicurino il ripristino delle strutture danneggiate dal maltempo, è indispensabile che ognuno faccia la sua parte affrontando il problema in un’ottica di sistema e non di intervento tampone. E anche per questo, dopo la mozione depositata a dicembre, ho consegnato un’interrogazione con la quale chiedo, tra le altre cose, “quale piano straordinario si intenda adottare per ristorare le comunità e attività coinvolte in tutte le zone colpite al fine di garantire a quelle danneggiate la possibilità di esercitare nella prossima stagione estiva».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x