Ultimo aggiornamento alle 23:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il primo passo

A Reggio Calabria il progetto della Mediterranea, un’azienda agraria per svolgere attività di ricerca

Siglato un protocollo d’intesa tra Comune e Università per la concessione dei terreni dove verrà realizzata l’opera. «Si corona un piccolo sogno»

Pubblicato il: 01/02/2023 – 11:59
di Mariateresa Ripolo
A Reggio Calabria il progetto della Mediterranea, un’azienda agraria per svolgere attività di ricerca

REGGIO CALABRIA Un’azienda agraria con l’obiettivo di portare avanti attività di carattere sperimentale e divulgativo. È il progetto che si propone di realizzare l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, che con il suo Dipartimento di Agraria punta a nuove opportunità di ricerca e specializzazione per i propri studenti. Un primo passo verso questo obiettivo è stato fatto questa mattina con la firma di un protocollo d’intesa fra il Comune di Reggio Calabria e l’ateneo per la concessione, in comodato d’uso gratuito e per la durata di dieci anni, di alcuni terreni dell’ente. Alla conferenza stampa, che si è tenuta a Palazzo San Giorgio, hanno preso parte il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, l’assessore allo Sviluppo economico Angela Martino e il rettore dell’UniRc Giuseppe Zimbalatti e il direttore del Dipartimento di Agraria Giovanni Agosteo.

Il progetto

L’azienda verrà realizzata su circa quattro ettari di terreno situati nel territorio di Gallina, dove si trovava un tempo la facoltà di agraria. Ad essere utilizzati, come è stato illustrato in conferenza stampa, saranno fondi del Pnrr. «Sui costi e sui tempi di realizzazione non ci possiamo sbilanciare, – ha sottolineato però Zimbalatti – ci pendiamo un paio di mesi per la presentazione del progetto, adesso verranno fatte diverse valutazioni in base all’esame che verrà effettuato sullo stato dei luoghi».

Zimbalatti: «Si corona un piccolo sogno»

«Oggi si gettano le basi per una proficua collaborazione”, ha spiegato il rettore Zimbalatti, che ha aggiunto: «Si corona un piccolo sogno. Era da diversi anni che si avvertiva l’esigenza di un appoggio di questo genere in prossimità del territorio. Avere un’azienda agraria sperimentale e divulgativa è importante per studenti, scolaresche e piccoli imprenditori. Si cercherà di fare trasferimento tecnologico e di studiare dei modelli che poi possano essere esportati anche su scale maggiori».

«Grande opportunità per giovani e imprese del territorio»

«Si tratta di un ulteriore tassello che incastonato in una visione di ben più ampia che abbiamo rispetto alla collaborazione tra varie istituzioni della città», ha commentato il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti a margine della firma. «Si tratta poi – ha rimarcato – di un’ulteriore opportunità per i nostri ragazzi. L’università troverà sempre la porta aperta perché è fondamentale creare opportunità di studio per i nostri giovani». 
«Siamo doppiamente soddisfatti – ha detto l’assessore Martino – perché daremo linfa ad attività di ateneo, e poi perché si tratta di terreni che si trovano a Gallina. Una delle nostre periferie più belle potrà contare anche su un punto di sviluppi economico ben preciso». «L’azienda agraria – ha infine spiegato – sarà un punto di ricerca in cui si farà innovazione e queste attività avranno un chiaro riflesso sulle attività economiche del territorio e saranno a vantaggio a beneficio di tutte le piccole e medie imprese del settore agricolo, agroalimentare e agroindustriale». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x