Ultimo aggiornamento alle 22:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Turismo in vetrina

Calabria alla Bit, Occhiuto: «Stiamo lavorando per rendere la nostra regione meta di serie A» – FOTO E VIDEO

Il governatore: «Abbiamo la necessità di sostenere gli imprenditori turistici». Il ministro Santanchè: «Regione con potenzialità pazzesche»

Pubblicato il: 12/02/2023 – 13:08
Calabria alla Bit, Occhiuto: «Stiamo lavorando per rendere la nostra regione meta di serie A» – FOTO  E VIDEO

MILANO «La Calabria deve ripartire. Dico sempre ai miei collaboratori che quando riusciamo a fare delle buone cose, come attraverso questo bellissimo stand presente alla Bit di Milano che è uno dei più belli della Fiera, è sempre poco rispetto a quello che ancora bisogna fare per dimostrare le vocazioni straordinarie della nostra regione». Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, conversando con la stampa presso lo stand della Calabria durante l’inaugurazione della Fiera del Turismo Bit a Milano.
«La Borsa Internazionale del Turismo di Milano – ha proseguito Occhiuto – è un’occasione importante, perché sono presenti 500 buyer provenienti da 54 Paesi del mondo. Noi abbiamo la necessità di investire a sostegno degli imprenditori turistici che già operano in Calabria, e renderli più forti e più capaci, ma abbiamo anche la necessità di attrarre altri investitori, perché sarebbe un peccato che un territorio con 800 km di costa, con borghi straordinari, con i nostri Bronzi di Riace e tutti i vessilli della Magna Graecia, insomma con tanta cultura e il mare straordinario, venga percepita come una meta turistica di serie B».

Il governatore davanti lo stand della Regione alla Bit di Milano

«La Calabria non lo merita – ha detto ancora il governatore – e allora dobbiamo lavorare per farla diventare quello che può essere: una meta turistica di serie A, migliorando l’offerta ma anche il sistema dei collegamenti, consentendo magari ai turisti di Tropea di muoversi facilmente per andare a Reggio per vedere i Bronzi. Questi sono i nostri obiettivi di governo, quindi, bene la promozione perché è importante valorizzare le notevoli ricchezze della Calabria, ma soprattutto investire per fare in modo che i turisti che vengono nella nostra regione, ritornino potendo dire di aver fatto un’esperienza straordinaria».
«Io sto lavorando al settore del turismo da pochi mesi – ha detto ancora il presidente della Regione – e credo che oltre a fare la promozione bisogna saper realizzare un buon prodotto confezionato perché si possa vendere. Per cui, più investimenti nella qualità della ricezione turistica e nella logistica dei collegamenti. Lo stiamo facendo, si può fare e si può dimostrare che anche nel turismo la Calabria può essere governabile».

Occhiuto durante la conferenza stampa

«Dobbiamo puntare – ha aggiunto Occhiuto – su tutto ciò che la Calabria possiede, quindi anche sulle eccellenze gastronomiche. Oggi la nostra regione viene percepita spesso come turisticamente rilevante soltanto per il mare. E non è così: abbiamo i Bronzi di Riace, che sono un attrattore nazionale, abbiamo montagne e boschi straordinari, siamo la terra della
«Tutte queste cose purtroppo non si sanno e noi dobbiamo farle conoscere – ha affermato – e soprattutto rafforzare la qualità della ricettività e i collegamenti interni per consentire ai turisti di visitarla interamente e facilmente. La Calabria potrebbe superare la stagionalità attuale del turismo perché ha prodotti da poter offrire in tutti periodi dell’anno».
«Dobbiamo farlo tutti insieme – ha incitato il governatore – gli operatori, i calabresi, noi che governiamo la Regione. Intanto mostriamo la Calabria e parliamo con tanti operatori che ci possano aiutare a veicolare le nostre ricchezze straordinarie». «Credo – ha sottolineato – che il modo migliore di fare promozione sia riuscire ad avere migliaia di turisti che dopo essere stati in Calabria diventino anche i nostri principali testimonial dicendo che hanno fatto un’esperienza straordinaria. Non siamo ancora a questo punto, c’è molto da fare ma ci stiamo lavorando».

Santanchè: «La Calabria ha un potenziale turistico pazzesco»


«Vorrei che tutti promuovessero il Made in Italy, dobbiamo imparare a comunicare l’Italia, ognuno nella propria regione di riferimento». È quanto ha detto il ministro del Turismo, Daniela Santanchè, visitando lo stand della Regione Calabria alla Bit di Milano.
«La Calabria è una terra meravigliosa – ha sottolineato – con un potenziale pazzesco, ma dobbiamo fare ancora molto per potenziare questo settore soprattutto oggi che c’è una domanda di turismo lento e di prossimità. Io conto molto sul presidente Occhiuto, che sta facendo un ottimo lavoro, perché possa sviluppare tutti gli investimenti che stiamo mettendo in campo, quasi 1,3 miliardi del Pnrr, per poter elevare i servizi e le infrastrutture».
La Calabria ha bisogno di fare un salto di qualità per promuovere al meglio la sua offerta turistica, ma ritengo che gli interventi realizzati dalla Regione Calabria ad esempio sugli aeroporti siano determinanti per attrarre e per gestire al meglio i flussi turistici».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x