Ultimo aggiornamento alle 8:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il punto

Balneazione, tavolo interistituzionale sulla qualità delle acque

Il vertice si è tenuto alla Cittadella. Presente il commissario dell’Arpacal Errigo, il dg Siviglia e i comandanti delle capitanerie di porto calabresi

Pubblicato il: 25/02/2023 – 13:01
Balneazione, tavolo interistituzionale sulla qualità delle acque

CATANZARO «Il tavolo interistituzionale, fortemente voluto dal Presidente della Regione Calabria on. Roberto Occhiuto, si è riunito ieri 24 febbraio, presso la Sala Verde della Cittadella regionale per fare il punto della situazione sui dati ambientali afferenti al 2022 e per tracciare una comune strategia operativa in previsione della prossima apertura della stagione balneare». Lo comunica una nota dell’Arpacal che aggiunge presenti all’iniziativa: l’Ing. Salvatore Siviglia, Dirigente Generale del Dipartimento Territorio e Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria, il Comandante della Direzione Marittima della Calabria del Corpo delle Capitanerie di Porto C.V. (CP) Giuseppe Sciarrone unitamente ai Comandanti dei Compartimenti Marittimi della Calabria.
«Ha aperto e introdotto i lavori il Commissario straordinario Arpacal Prof. Gen. (ris) Emilio Errigo – è detto – il quale ha illustrato ai presenti quanto sia importante la cooperazione tra istituzioni che operano a difesa e valorizzazione dell’ambiente marittimo e costiero della Calabria. Ha preso la parola l’ing. Siviglia, portando ai presenti il saluto del Presidente della Regione Calabria e dell’Assessore regionale Territorio e Tutela dell’Ambiente Prof. Marcello Minenna. Durante l’ampio momento di confronto costruttivo, a forte taglio operativo, sono intervenuti il Comandante della Direzione Marittima Giuseppe Sciarrone che ha illustrato agli intervenuti come intenderà procedere sinergicamente per il raggiungimento degli obiettivi a tutela e salvaguardia della qualità delle acque di balneazione del mare della Calabria, esponendo le interessanti attività svolte dagli uomini e dalle donne delle Capitaneria di Porto al fine di garantire una migliore qualità della fruizione sia del bene mare, in generale, delle acque di balneazione in particolare e delle spiagge».
«A seguire è stata la volta dei singoli Direttori dei Dipartimenti provinciali dell’ARPACAL e dei Centri Regionali – si legge nella nota – i quali hanno offerto preziosissimi contributi scientifici. I Comandanti delle Capitanerie di Porto intervenuti, hanno relazionato sull’attività svolta durante il 2022 in cooperazione con il personale tecnico di ARPACAL mentre i biologi, i chimici e altro personale specializzato di tutti i laboratori dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria hanno fornito un quadro conoscitivo delle singole realtà provinciali, meritevoli di attenzione».
«Ha concluso – si legge infine nella nota – i lavori il Commissario straordinario Prof. Errigo, manifestando l’intendimento di procedere al progressivo controllo degli impianti di trattamento e depurazione delle acque reflue urbane e industriali dei Comuni costieri e di quelli situati in territori montani, avvalendosi della preziosa cooperazione del Corpo delle Capitanerie di Porto e in concorso alle Forze di Polizia che operano a tutela e salvaguardia dell’ambiente nella regione Calabria e non solo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x