Ultimo aggiornamento alle 22:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La vertenza

Sant’Anna Hospital, da aprile dipendenti in cassa integrazione

Saldati gli arretrati fino a dicembre. La casa di cura è creditrice dell’Asp di 2,2 milioni. Nominato Ippolito amministratore: «Pronto al rilancio»

Pubblicato il: 29/03/2023 – 19:20
Sant’Anna Hospital, da aprile dipendenti in cassa integrazione

CATANZARO «Sant’Anna Hospital comunica di aver provveduto venerdì 24 marzo scorso al pagamento dei dipendenti con accredito delle mensilità fino a dicembre 2022. È stata inoltre avviata con le organizzazioni sindacali la procedura per l’accesso al fondo di integrazione salariale (FIS) a partire dal 1° aprile 2023». È quanto si legge in una nota del management della clinica di Catanzaro che aggiunge: «Non appena ottenuta una parte delle somme dovute dall’Azienda Sanitaria Provinciale per i servizi già erogati, Sant’Anna ha immediatamente versato le spettanze ai lavoratori».
«La casa di cura – specifica la nota – è ancora creditrice di un importo superiore ai 2,2 milioni di euro, indispensabile per riprendere le attività a pieno regime e proseguire il piano di rilancio annunciato nei mesi scorsi. Il 23 marzo, inoltre, l’Assemblea dei soci del Sant’Anna Hospital ha nominato Maurizio Ippolito nuovo amministratore unico della struttura in sostituzione del Consiglio di Amministrazione».
«Sono orgoglioso di mettere le mie competenze al servizio di un’istituzione di grande prestigio e valore per la comunità calabrese», commenta Ippolito.
«Pur consapevole dell’attuale situazione che Sant’Anna Hospital sta attraversando – aggiunge – inizio questo percorso con energia ed entusiasmo, affiancato da un team di professionisti e collaboratori di altissimo livello con i quali intendo riportare la struttura alla sua piena operatività e restituirle il ruolo centrale nella sanità locale. È mia volontà mantenere aperto il dialogo con i lavoratori ai quali ribadisco il mio impegno a mettere in atto le misure necessarie per la tutela delle famiglie e garantire il futuro della struttura. Il pagamento degli emolumenti al personale medico e non medico è il primo passo in questa direzione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x