Ultimo aggiornamento alle 13:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’appello

Alessio: «A Gioia Tauro un “no” alla mafia detto alla luce del sole»

Domani la manifestazione. Il sindaco: «La Calabria degli onesti scenda in piazza. La ‘ndrangheta è una cappa di piombo che soffoca la comunità»

Pubblicato il: 30/03/2023 – 7:18
Alessio: «A Gioia Tauro un “no” alla mafia detto alla luce del sole»

LAMEZIA TERME Una manifestazione per dire un “no”, «detto alla luce del sole», contro la mafia. Così il sindaco Aldo Alessio, sull’evento organizzato per domani, 31 marzo, a Gioia Tauro. Alle 10 in piazza Duomo avrà inizio un corteo organizzato a seguito dell’operazione “Hybris” della Dda di Reggio Calabria contro le cosche Piromalli e Molè. Ospite di Danilo Monteleone e Ugo Floro a L’altra Politica – l’approfondimento andato in onda ieri sera su L’altro Corriere Tv (canale 75 dtt) – il sindaco di Gioia Tauro ha parlato di quanto emerso dalle indagini sul territorio della Piana come di «fatti che riportano al passato, agli anni ’70, quando ogni notte c’era una bomba che faceva saltare la serranda di qualche attività commerciale. Non possiamo tornare indietro».

«La legalità è la più grande risorsa che un territorio possa avere»

«Noi difenderemo i nostri diritti: il diritto alla libertà, alla democrazia, a tutelare i diritti individuali e collettivi. La mafia opprime, soffoca, occupa il territorio centimetro per centimetro e non dà la possibilità di sviluppo del territorio. Questo territorio poteva essere molto più ricco, molto più avanti». Il potere mafioso rappresenta, ha spiegato Alessio, «una cappa di piombo che soffoca l’intera comunità. È ora di dire basta. È un “no” che serve per creare un nuovo tessuto sociale che ci possa permettere di avere grandi risorse e grandi energie nel territorio. La legalità è la più grande risorsa che un territorio possa avere». E sull’appello lanciato dall’imprenditore Antonino De Masi, il sindaco di Gioia Tauro ha detto: «La sua non deve essere una battaglia solitaria, dobbiamo stare vicino a lui e a tutti coloro che hanno avuto il coraggio di ribellarsi alla mafia».

L’appello: «Mi aspetto che la Calabria degli onesti scenda in piazza»

Il sindaco di Gioia Tauro ha lanciato quindi un appello alle forze politiche e sociali, alle organizzazioni sindacali, alle associazioni, alla comunità, affinché prendano posizione: «Deve esserci una linea netta di separazione tra lo Stato che noi rappresentiamo e l’antistato rappresentato dalla mafia. Noi tutti – ha detto – dobbiamo prendere posizione per emarginare i mafiosi per dirgli che noi siamo uniti e possiamo contrastare la loro presenza sul nostro territorio». Alessio ha parlato di una supremazia mafiosa che ha messo «una città in ginocchio». «Si sono arricchiti con il traffico di droga, il racket e tutte le forme di violenza e di intimidazioni nei confronti dei commercianti e dei cittadini perbene. Serve un risveglio collettivo, dobbiamo riconquistare il nostro territorio». «Mi aspetto – ha aggiunto Alessio – che la Calabria degli onesti scenda in piazza, mi aspetto una larga partecipazione dei calabresi, perché questa è la battaglia della Calabria, non solo di Gioia Tauro. Dobbiamo unire il fronte di lotta». Infine Alessio ha parlato della necessità di maggiore attenzione ai territori e ai sindaci. E sulla questione del termovalorizzatore ha detto: «Sul termovalorizzatore si chiede il raddoppio, lo hanno deciso, dicendo addirittura che con il raddoppio si migliora l’impatto ambientale. Voglio sapere oggi quanto inquinamento stiamo producendo e quanto ci causa questo inquinamento. Questi studi si devono fare, Gioia Tauro in materia ambientale ha già pagato molto». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x