Ultimo aggiornamento alle 21:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le rivendicazioni

Forestazione, i confederali alla Regione: «Subito in Piano straordinario»

Domani, venerdì 5 maggio, l’attivo di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil. Il 12 maggio la manifestazione di protesta

Pubblicato il: 04/05/2023 – 17:17
Forestazione, i confederali alla Regione: «Subito in Piano straordinario»

LAMEZIA TERME «Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil terranno domani, venerdì 5 maggio, a Lamezia Terme, un attivo unitario territoriale delle province di Catanzaro-Crotone e Vibo Valentia in merito alla vertenza riguardante il settore della forestazione e alla necessità di nuove politiche finanziarie e misure per la tutela del patrimonio forestale e della montagna, nell’ambito di una fase di mobilitazione regionale che si concluderà con una manifestazione il prossimo 12 maggio». Lo comunica una nota congiunta delle tre organizzazioni che aggiunge: «L’attivo, che si terrà nella sala convegni di Unioncamere Calabria (in via delle Nazioni 24) con inizio alle ore 9,30, sarà presieduto dal segretario generale della Flai-Cgil Area Vasta Cz-Kr-Vv Rinaldo Tedesco, e vedrà relazionare il segretario generale della Fai-Cisl Magna Graecia Cz-Kr-Vv, Daniele Gualtieri, mentre le conclusioni sono affidate al segretario generale Uila Uil Calabria Pasquale Barbalaco».
«L’obiettivo della mobilitazione – si legge – è quello di rimettere i temi della forestazione al centro della discussione e del confronto con le istituzioni regionali, sollecitando investimenti e programmazione per la messa in sicurezza delle comunità e di un territorio fragile dal punto di vista idrogeologico, che deve salvaguardare e valorizzare il proprio patrimonio paesaggistico e boschivo».
«Le organizzazioni sindacali – conclude la nota – sollecitano un Piano straordinario di rimboschimento e prevenzione del territorio e rivendicano un immediato ricambio generazionale nel settore forestale calabrese, considerata la costante diminuzione del personale, ridotto a poco più di 4mila addetti, e il progressivo invecchiamento della manodopera. Inoltre con la mobilitazione si denuncia il mancato recepimento del contratto integrativo regionale siglato nel 2019 e la mancanza di risorse che costringe i lavoratori forestali ad attendere l’adeguamento salariale da oltre un decennio».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x