Ultimo aggiornamento alle 17:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

la precisazione

Il gruppo Franz Caruso sindaco sull’articolo “Cosenza bucata e maltrattata…”

Il gruppo: «Paghiamo il prezzo della cattiva amministrazione precedente». La nostra precisazione: «Ciò non può portare a ignorare criticità presenti»

Pubblicato il: 20/05/2023 – 20:30
Il gruppo Franz Caruso sindaco sull’articolo “Cosenza bucata e maltrattata…”

COSENZA Riceviamo e pubblichiamo la nota inviata dal gruppo consiliare Franz Caruso Sindaco sull’articolo pubblicato dal Corriere della Calabria dal titolo “Cosenza “bucata” e maltrattata. Strade strette, sporche e piene di voragini, un problema che dura da anni“:

La nostra è una città che esprime storia e civiltà e merita, insieme ai suoi cittadini, rispetto. Certamente Cosenza ed i cosentini stanno pagando il prezzo esoso e drammatico della cattiva amministrazione avuta nell’ultimo decennio, che l’ha depredata del suo glorioso passato. Un prezzo che paga anche la nostra amministrazione, perché per la prima volta nella sua storia plurimillenaria Cosenza sta affrontando una traumatica situazione di dissesto, da sola e senza l’aiuto di nessun’altra istituzione sovracomunale. Ciononostante l’immagine complessiva di Cosenza deve essere salvaguardata e tutelata, così come non riteniamo giusto che si faccia di tutta l’erba un fascio tra l’amministrazione precedente artefice del dissesto appunto e l’attuale, guidata da Franz Caruso che da solo, spinto da amore e passione pura per Cosenza, sta combattendo una lotta impari per toglierla dalle secche in cui è stata lasciata. Tante cose sono state già fatte. Per esempio per il Centro Storico, che non è stato lasciato a se stesso tra “crolli e degrado”, essendo interessato da ben 9 cantieri già aperti per la ristrutturazione e la valorizzazione del suo immenso patrimonio storico, oltre che dal progetto CIS che presto farà partire altri lavori di inestimabile valore. E’ sotto gli occhi di tutti, poi, che il Museo dei Brettii e degli Enotri è ritornato a nuova vita facendo registrare uno straordinario fermento artistico/culturale. Abbiamo, poi, portato a termine le procedure per mitigare il rischio di dissesto idrogeologico e, quindi, partiranno lavori bloccati da almeno 5 anni (per esempio la riapertura della strada di Portapiana) ecc. E’ vero che abbiamo assistito a dei crolli, ma sono avvenuti su immobili privati su cui l’Ente pubblico non può intervenire se non in maniera emergenziale e straordinaria, cosa che, laddove si è reso necessario è stato, comunque, fatto senza alcun aiuto della Regione Calabria. E veniamo alla pulizia. La bonifica delle microdiscariche abusive è quasi quotidiana e si effettua la disinfestazione e la derattizzazione a cadenza regolare. A questo proposito, forse si potevano rilanciare gli appelli rivolti più volte dal Sindaco a mantenere comportamenti civili e rispettosi del bene pubblico. La scritta riportata nell’articolo, seppur goliardica, è comunque un gesto che sporca i muri della città compromettendone il decoro urbano. Il nuovo appalto del servizio di gestione dei rifiuti, peraltro, non è ancora stato affidato per le normali procedure di controllo, necessarie quando si tratta di bando pubblico europeo. Per quanto riguarda le buche, infine, abbiamo già fatto diversi interventi tampone con l’utilizzo di bitume a freddo, in attesa di reperire i fondi necessari ad un’azione più capillare e risolutiva che partirà appena le condizioni metereologiche ce lo consentiranno. Reperire risorse è il grande dramma dell’amministrazione di Franz Caruso che non solo ha ereditato il dissesto, quanto un disavanzo per gli anni 2020/2021 di altri 24 milioni di euro e fondi vincolati per altri 11 milioni di euro. In ciò aggiungiamo che, al contrario di quanto avveniva in passato, in questi ultimi 17 mesi per tutti questi interventi dalla Regione Calabria non abbiamo ricevuto neanche un euro. Invitiamo, infine, il sig. fra. vel. a Palazzo dei Bruzi affinchè possa prendere contezza della realtà in cui siamo costretti ad operare così da darne notizia ai lettori del Corriere della Calabria.

***

Prendiamo atto delle precisazioni al nostro articolo che si limita a constatare la situazione attuale in città. Molti dei problemi elencati, uno su tutti quello delle buche, come riportato chiaramente, hanno una storia che parte da almeno dieci anni fa. Il dissesto finanziario lasciato in eredità dalla precedente amministrazione è un dato di fatto, ma ciò non può ugualmente, a nostro avviso, portare a ignorare le tante criticità presenti sul territorio urbano. Il nostro articolo ha come unico scopo quello di svegliare le coscienze di tutti, partendo da chi governa la città fino ad arrivare ai cittadini stessi, spesso protagonisti di gravi episodi di inciviltà (come dimostrato dalle fotografie pubblicate nell’articolo) che non fanno altro che “sporcare” ulteriormente la casa in cui vivono. (Francesco Veltri)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x