Ultimo aggiornamento alle 21:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il lutto

È morto Otello Profazio, Omero di Calabria

Se ne va l’autore di “Qua si campa d’aria”, unico cantante folk italiano ad aver venduto un milione di copie. Era nato a Rende, aveva 88 anni

Pubblicato il: 24/07/2023 – 20:37
di Paride Leporace
È morto Otello Profazio, Omero di Calabria

Otello Profazio era il nostro Omero. Cantò Colapesce, il brigante Musolino, i carcerati, i paladini e i poveri. Cantastorie meridionale di enormi capacità artistiche.
È morto tra la notte e l’alba agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria dove era stato ricoverato il gravi condizioni.
L’unico cantante folk italiano ad aver venduto un milione di copie. “Qua si campa d’aria” è stata la migliore affermazione di rivendicazionismo sudista e calabrese nella società dello spettacolo.
Premio Tenco e partecipazioni a Canzonissima. Con tutto il rispetto per Mino Reitano, io stavo dalla sua parte. Un socialista autentico. Figlio del ferroviere Enea. Era nato a Rende perché il padre era il capostazione della città ai confini di Cosenza. Ma era originario di Palizzi ed era orgoglioso di essere reggino.
La sua arte autenticamente popolare era apprezzata in tutta la Calabria e nell’intero meridione.
Aveva 88 anni. In questi giorni lo cercavo per un’intervista, sono arrivato tardi.
Abballati abballati per il nostro Otello. Di cantautori del suo valore non ne nascono ogni giorno.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x