Ultimo aggiornamento alle 21:21
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il fatto

A Catanzaro si dimette un altro assessore, per Fiorita il rimpasto di Giunta nasce tra i malumori

Dopo Lazzaro anche Cosentino lascia con toni di delusione. Il sindaco sta per varare un esecutivo su basi politiche diverse dalle originarie

Pubblicato il: 06/08/2023 – 23:50
A Catanzaro si dimette un altro assessore, per Fiorita il rimpasto di Giunta nasce tra i malumori

CATANZARO Un altro scossone al Comune di Catanzaro in vista del sempre più probabile e imminente rimpasto di Giunta. Dopo Venturino Lazzaro, che ha lasciato la delega delle Politiche sociali, si è dimesso anche l’assessore allo Sport Nino Cosentino. Le motivazioni sembrano praticamente le stesse, il fatto che stanno maturando condizioni politiche nuove, quelle che secondo fonti accreditate dovrebbero portare a breve il sindaco Fiorita a procedere a un rimpasto di Giunta su basi diverse da quelle originarie, un rimpasto nel quale si sarebbe maggiore spazio alla componente guidata da Antonello Talerico, già candidato sindaco un anno fa ma poi alleato di Fiorita al ballottaggio e oggi anche consigliere regionale di centrodestra. Un percorso politico che negli ultimi giorni sta però evidentemente creando sacche di malcontento nella coalizione originaria di Fiorita, a trazione centrosinistra.

Nino Cosentino

E anche un pizzico di delusione e disillusione, come traspare dalle parole con cui Cosentino ha reso noto le proprie dimissioni comunicandole a Fiorita: “Non ci sono più le condizioni e a questo punto – scrive Cosentino nella lettera al sindaco Fiorita  – dubito che ci siano mai state, per continuare a far parte di questa amministrazione. Da non politico, quando ho accettato questo incarico l’ho fatto credendo realmente in un cambiamento, in una forma di governo che avrebbe ascoltato le esigenze degli sportivi, dei cittadini ed avrebbe lavorato solo ed esclusivamente per il benessere della nostra città e delle esigenze del mondo dello sport lontana da condizionamenti partitici. Ho dato fiducia a questa idea di governo con la volontà di mettermi in gioco e di prestare l’esperienza maturata nei tanti anni dedicati allo sport per apportare, da cittadino catanzarese, il mio contributo, ma purtroppo con il tempo questa idea si è andata a snaturare avvicinandosi sempre più alle logiche di partito e politiche e facendo venire meno la mia vocazione originaria. Nonostante tutto ho continuato a lavorare con le poche risorse messe a disposizione del mio assessorato facendo il meglio che si potesse fare e di questo devo ringraziare fortemente i dipendenti, con i quali si è instaurato un sincero rapporto di stima e fitta collaborazione e le strutture tecniche ed amministrative che hanno sempre avallato le mie esigenze. Ringrazio altresì i componenti del Consiglio comunale ed i miei colleghi assessori con i quali abbiamo provato a fare squadra, come si addice ai veri sportivi. Tuttavia – conclude Cosentino – alcune logiche politiche non appartengono alla mia cultura e pur non comprendendole fino in fondo, ti ringrazio per la fiducia accordatami, ma faccio un passo indietro e rassegno le mie dimissioni con la convinzione che saranno utili per la crescita del mondo dello sport nella mia città”. La rinuncia di Cosentino dunque è la seconda che si registra dopo le dimissioni di Lazzaro, anticipate peraltro dalla dura presa di posizione di un altro assessore, il democrat Aldo Casalinuovo, titolare della delega all’Ambiente, che non si è dimesso ma ha duramente criticato l’intenzione di Fiorita di procedere a un rimpasto che rischia di spostare il baricentro politico della Giunta dal centrosinistra a un centro più vicino al centrodestra. Con le dimissioni anche di Cosentino comunque fonti accreditate ritengono che il rimpasto di Giunta a questo punto potrebbe registrare un’accelerata. Le stesse fonti riferiscono anche di una trattativa che sarebbe in atto tra il sindaco e l’area che fa riferimento al suo sfidante al ballottaggio, Valerio Donato, ora in “Azione”, area che potrebbe avere anch’essa una sua rappresentanza nel nuovo esecutivo. A rivelare questo scenario nei giorni scorsi è stato il centrodestra parlando di “rimpastone”.  (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x