Ultimo aggiornamento alle 16:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la reazione

Oncologia a Soverato, Vacca: «Frutto di lunga interlocuzione»

La soddisfazione del sindaco: «Grande risultato, non solo per la nostra città ma per tutto il territorio»

Pubblicato il: 13/10/2023 – 12:47
Oncologia a Soverato, Vacca: «Frutto di lunga interlocuzione»

SOVERATO «La dotazione di un servizio di Oncologia ambulatoriale e in day hospital e di letti per la realizzazione di una terapia sub-intensiva è un traguardo importante che arriva alla fine di una serie di interlocuzioni avute con la Regione Calabria e con i vertici dell’Asp di Catanzaro». Commenta così il sindaco di Soverato Daniele Vacca la notizia dell’attivazione all’interno del presidio ospedaliero cittadino del servizio di Oncologia ambulatoriale e in day hospital e di letti di terapia sub-intensive che aggiunge: Non è un risultato scontato: è il segno tangibile che quando si lavora in sinergia pensando esclusivamente al bene comune, si riesce a trovare la strada giusta per dare risposte concrete alle esigenze di un territorio a cui si guarda mettendo in relazione i luoghi e le loro esigenze».
«A breve i malati oncologici potranno ricevere le cure di cui hanno bisogno – sottolinea il primo cittadino – senza essere costretti a continui spostamenti rimanendo nel loro ambiente, un aspetto che fa bene anche dal punto di vista psicologico a chi ha necessità di non sentirsi mai solo nel combattere una battaglia dura anche dal punto di vista emotivo. Avere poi un reparto di terapia sub-intensiva permetterà la possibilità di programmare anche interventi più complessi rispetto a quelli realizzati in passato, valorizzando le professionalità dei nostri medici che non sono secondi a nessuno».
«Ringrazio – afferma ancora Vacca – il presidente Roberto Occhiuto, il presidente della seconda commissione Bilancio, programmazione economica e affari Ue Antonio Montuoro per l’ascolto prestato alle esigenze di questo territorio così come ringrazio il commissario straordinario dell’Asp di Catanzaro, il generale Antonio Battistini, il direttore sanitario dell’Asp, Antonio Gallucci e tutti i primari del presidio, per la collaborazione data. Spesso in politica fa notizia chi alza di più la voce, noi abbiamo lavorato in silenzio lontano dai riflettori, mettendo in campo le diverse vedute per giungere a una soluzione condivisa che risolve quantomeno una parte dei problemi di un mondo sanitario molto complesso da gestire».
«Condividiamo la soddisfazione di questo risultato raggiunto con tutti gli altri sindaci dei comuni dell’Ambito di Soverato – dice ancora il sindaco – ma più in generale con tutti gli amministratori della Calabria perché l’ospedale di Soverato non è solo a servizio del Basso Ionio, ma di tutta una regione che inizia a fare rete».
«Credo che si stiano gettando le basi per un modello di cooperazione – conclude Vacca – che oltrepassa il credo politico di chi occupa un posto pubblico e sono orgoglioso che la mia città sia al centro di un’operazione virtuosa che spero si possa replicare in altri ambiti. In tal senso stiamo già lavorando con l’obiettivo di portare a compimento anche il potenziamento degli altri reparti della struttura».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x