Ultimo aggiornamento alle 21:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Città unica, il Comitato cittadino di Rende: «Ancora nessun incontro con Occhiuto»

«Bisogna rendere la cittadinanza pienamente consapevole di un siffatto processo di cambiamento a tutt’oggi privo di valide argomentazioni a sostegno»

Pubblicato il: 22/11/2023 – 13:21
Città unica, il Comitato cittadino di Rende: «Ancora nessun incontro con Occhiuto»

RENDE Il Comitato Cittadino di Rende prosegue alacremente e senza sosta l’attività di informazione e sensibilizzazione in merito alla Proposta di Legge Regionale sulla fusione dei comuni di Cosenza, Rende e Castrolibero. «Dopo aver incontrato uno dei tre Commissari Prefettizi di Rende, Santi Giuffrè, il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, il sindaco di Castrolibero, Orlandino Greco, e il presidente dell’Anci Calabria, Rosaria Succurro, il Comitato – riporta una nota – è ancora in attesa di ricevere risposta e disponibilità da parte di altri importanti rappresentanti istituzionali, quali il presidente della Giunta Regionale, Roberto Occhiuto, e pure il Magnifico Rettore dell’UniCal, Nicola Leone. Nel frattempo, lo stesso Comitato ha formalizzato apposita richiesta di incontro a tutti i gruppi consiliari della Regione Calabria, sia di maggioranza, in qualità di consiglieri proponenti, sia di opposizione, per un confronto più che opportuno sulla Proposta di Legge che non può e non deve essere evitato né rinviato in considerazione dell’importanza strategica dell’iniziativa e della conseguente e fondamentale necessità di rendere la cittadinanza pienamente consapevole di un siffatto processo di cambiamento a tutt’oggi privo di valide, oggettive e scientifiche argomentazioni a sostegno. Contemporaneamente, i soggetti promotori attraverso i banchetti informativi e la raccolta delle firme stanno incontrando i cittadini rendesi che, resi edotti sul tema, aderiscono massicciamente al Comitato e riconoscono allo stesso l’enorme impegno profuso per una corretta informazione e diffusione di un percorso alternativo fatto di idee, progetti e proposte concretamente realizzabili a tutto vantaggio della comunità. L’auspicio, dunque, è quello di poter agire insieme ad analoghi Comitati nelle altre due città interessate così da poter avere maggiore forza dal basso in una difficile battaglia per l’affermazione della democrazia e contro la prepotenza, in una normale di assunzione di responsabilità per l’autodeterminazione, la condivisione delle scelte e la partecipazione alle decisioni da parte dei cittadini delle tre municipalità coinvolte».

I componenti del Comitato

Francesco Adamo, Mario Bartucci, Maurizio Bonofiglio, Alessandro Caia, Amerigo Castiglione, Marinella Castiglione, Pasquale Costabile, Francesca Cufone, Emilio De Bartolo, Clelio Gelsomino, Pierpaolo Iantorno, Massimo La Deda, Fabio Liparoti, Michele Morrone, Innocenzo Palazzo, Lorenzo Principe, Sandro Principe, Mario Rausa, Carlo Scola, Domenico Talarico, Francesco Tenuta, Sergio Tursi Prato, Valdo Vercillo, in rappresentanza di: RendeSì, Rende l’Idea, Missione Rende, La Primavera di Rende, InnovaRende, AttivaRende, Federazione Riformista di Rende, Laboratorio Politico “Carlo Rosselli”, Partito Socialista Italiano di Rende, IdM Rende, Movimento Civico Rende, Aria Nuova-Rende Centro Storico, Associazione La Fenice-Centro Storico.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x