Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la storia

Blessing, la senzatetto che vive sulla scalinata di una Chiesa a Cosenza

La 38enne nigeriana, trascorre le sue giornate al freddo. Il 4 dicembre verrà nominato un amministratore di sostegno temporaneo

Pubblicato il: 03/12/2023 – 8:00
di Gabriella Marini Serra*
Blessing, la senzatetto che vive sulla scalinata di una Chiesa a Cosenza

COSENZA «Ci sono tanti invisibili a cui spesso non si riesce a dar voce, che a volte rimangono ai margini di una società che difficilmente include e spesso rimane sorda alle richieste di aiuto o inerme quando c’è da intervenire. Ci sono tanti nomi di persone bisognose di aiuto: Giorgina, Saverio, Mimmo… ma oggi più di tutti lo è Blessing. È questo il nome di una giovane nigeriana di 38 anni, proveniente dai campi della Libia, che da qualche tempo trascorre le sue giornate su una fredda scalinata a Cosenza. Questa scalinata è quella principale della Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù nel cuore pulsante della città a due passi dalla Questura di Cosenza e nel pieno della movida cittadina che ogni sera anima la piazza antistante. Blessing ha scelto come posto sicuro e suo giaciglio i gradini antistanti la porta centrale della Chiesa che fino ad un mese fa risultava aperta per accogliere i pellegrini per il Giubileo Teresiano e ora continua ad esserlo, ma agli occhi dei più distratti non per lei.
Da quando Blessing ha scelto di trascorrere anche le sue notti sotto le intemperie, il Parroco, il Vice Parroco, le suore, la Caritas, i parrocchiani hanno iniziato una serie di interventi di supporto e di aiuto che però non sono serviti ad allontanare Blessing dalla strada né a darle un posto sicuro, al coperto e al caldo dove stare. In questi casi è impossibile per un privato cittadino aprire le porte della propria abitazione ad un senzatetto se questi non vuole essere aiutato, anche se ha oggettivamente bisogno di aiuto, se ha alterazioni mentali che solo una terapia farmacologica regolarmente somministrata può circoscrivere e magari non si hanno le opportune conoscenze e competenze per farlo. Partendo proprio da questa situazione il Parroco Don Dario De Paola ha chiesto aiuto a tutte le istituzioni, inoltrando una lettera accorata ai Servizi Sociali, al Comune, al Prefetto, alla Questura, con la quale si richiedeva solo di essere aiutato ad aiutare consapevolmente una persona bisognosa ma avente importanti problematiche. Pare che la signora fosse ben conosciuta sia dai Servizi Sociali, sia da alcune strutture e che fosse già stato richiesto un intervento di natura sanitaria e non sociale, ma ad ogni Tso seguiva un rifiuto, ad ogni avvicinamento di uno specialista urla e grida, ma poi tutto è cambiato grazie ad una specialista in servizio a Casa Nostra, la quale intercettando la fiducia di Blessing ha cercato di intervenire con tutta la sua professionalità circoscrivendo l’ira funesta che aveva caratterizzato la sua permanenza sulla scalinata di Santa Teresa fino a qualche giorno fa. Adesso, a seguito della relazione dei Servizi Sociali, il 4 dicembre (domani) verrà nominato un amministratore di sostegno temporaneo, al fine di richiedere l’inserimento in una struttura adeguata che possa accoglierla e curarla. Così come per Blessing, si spera che anche per Giorgina, Saverio, Mimmo e gli altri invisibili, la comunità, in sinergia, possa fare qualcosa…perché da soli si può far ben poco. Guardare e criticare non serve a nulla, invece unirsi e agire può cambiare il mondo.
*Avvocata

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x