Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La decisione

Omicidio Pirillo, il Gup assolve Giuseppe Spagnolo e Giuseppe Farao

Il fatto risale al 5 agosto 2007. Il Pubblico Ministero aveva chiesto rispettivamente l’ergastolo e l’assoluzione

Pubblicato il: 11/12/2023 – 17:27
Omicidio Pirillo, il Gup assolve Giuseppe Spagnolo e Giuseppe Farao

CATANZARO Il Gup, presso il Tribunale di Catanzaro, ha assolto oggi Giuseppe Spagnolo e Giuseppe Farao dall’accusa dell’omicidio di Vincenzo Pirillo. Il fatto risale al 5 agosto 2007 quando la vittima è stata uccisa mentre cenava con i propri familiari e mentre teneva sulle ginocchia una bambina di 11 anni. Per questo motivo il fatto era stato qualificato come strage per essere state attinte più persone durante l’azione di fuoco. Il pubblico ministero, nella persona del Dott. Guarascio, aveva richiesto l’ergastolo nei confronti di Giuseppe Spagnolo e l’assoluzione per Giuseppe Farao .

Smentiti i collaboratori di giustizia

Già nel mese di febbraio la difesa aveva rassegnato le conclusioni con la discussione orale a seguito delle richieste di condanna del pubblico ministero, ma nel mese di marzo, a seguito della collaborazione con la giustizia di Gaetano Aloea, il Gup ha disposto un’integrazione istruttoria con l’esame del neo collaboratore. Quest’ultimo ha riferito di essere stato l’esecutore materiale dell’omicidio, accusando anche il cognato, Giuseppe Spagnolo, nell’organizzazione del fatto. La difesa, dal suo canto, aveva dimostrato come in realtà gli ulteriori undici collaboratori di giustizia che a vario titolo avevano reso delle dichiarazioni accusatorie nei confronti di Giuseppe Spagnolo non potevano essere creduti, sia perché attribuivano allo stesso il ruolo di esecutore materiale mentre egli si trovava, il giorno 5 agosto 2007, agli arresti domiciliari ed aveva subito alle ore 22:32 un controllo dei carabinieri, e sia perché erano smentiti da rilevanti prove documentali e dichiarative. Giuseppe Farao è stato difeso dall’avvocato Gianni Russano mentre Spagnolo Giuseppe è stato difeso dagli avvocati Gregorio Viscomi e Tiziano Saporito.

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x